• Home / CITTA / Maesano si oppone all’estradizione

    Maesano si oppone all’estradizione

    Fortunato Maesano, il presunto mafioso calabrese arrestato giovedi' scorso in Svizzera, a Briga, si e' opposto all'estradizione in Italia. Tenuto conto delle diverse possibilita' di ricorso, il procedimento potra' di conseguenza durare mesi, ha indicato oggi all'agenzia di stampa elvetica Ats il capo della divisione dell'assistenza giudiziaria internazionale dell'Ufficio federale della giustizia Rudolf Wyss. Al momento dell'arresto, eseguito dai carabinieri di Reggio  in collaborazione con la polizia federale, Fortunato Maesano, 53 anni, non aveva opposto resistenza. L'uomo, che vive nel cantone Vallese, era gia' stato estradato in Italia nel 1999 in base a un mandato d'arresto internazionale spiccato da Roma, ha precisato Wyss. Processato dalla Corte d'assise calabrese, era stato condannato a 11 anni di reclusione per associazione a delinquere mafiosa, ricettazione e detenzione di armi da guerra. Le autorita' italiane hanno trasmesso a Berna una nuova domanda di estradizione in relazione ai dieci anni e nove mesi di carcere che non ha ancora scontato. (Adnkronos)