• Home / CITTA / Grasso: “Procure non indaghino separatamente sul caso Fortugno”

    Grasso: “Procure non indaghino separatamente sul caso Fortugno”

    fortugno"Un momento di circolazione di tutte le informazioni possibili in modo da avere una visione unitaria e globale di ciò che ci può essere utile". Queste le parole del procuratore antimafia, Piero Grasso, che ha definito così la riunione tra i magistrati delle Procure della Calabria impegnati nell'indagine sulla vicenda riguardante l'omicidio di Francesco Fortugno. Presenti alla riunione coordinata da Grasso i magistrati delle Procure antimafia di Reggio Calabria, Catanzaro e Locri.


    Importante la posizione delle ultime due che detengono i fascicoli riguardanti i presunti illeciti nel settore della sanità con particolare riferimento all'Azienda sanitaria di Locri denunciati da Fortugno quando era consigliere regionale. Prosegue così Piero Grasso: "Si tratta di raccogliere e mettere in una visione d'insieme tutto ciò che può tornare utile per scoprire la verità sull'assassinio di Fortugno. L'importante è che tutti lavorino in sinergia e non separatamente".