• Home / CITTA / Consiglio regionale: Sdi rivendica vice-presidenza

    Consiglio regionale: Sdi rivendica vice-presidenza

    Cosimo Cherubino''La riunione dei
    capigruppo della maggioranza, tenutasi il 4 ottobre scorso, a
    Lamezia Terme, e' servita, secondo il capogruppo della Unita'
    Socialista – SDI Cosimo Cherubino, a ridare slancio ad una
    forte azione legislativa, che sembrava aver rallentato la sua
    marcia negli ultimi mesi.
    Le sollecitazioni socialiste – dice
    Cherubino – hanno trovato sintesi in questa assise e con
    particolare soddisfazione l'On. Cherubino ha sottolineato la
    dichiarata volonta' da parte di tutti i gruppi di procedere a
    tappe forzate per definire gli incarichi istituzionali
    rimasti vacanti a seguito del nuovo assetto di giunta''.

    Altro tema importante affrontato nell'incontro dei
    capigruppo ha riguardato la creazione di un tavolo
    programmatico per analizzare ed approvare, in tempi brevi,
    una serie di progetti di legge, giacenti da mesi in sede di
    commissione, che verranno poste in discussione in sede
    consiliare.
    Tali proposte, una volta approvate, dichiara
    l'on. Cherubino, ''saranno di sicuro sostegno al rilancio di
    un tessuto economico da troppi anni trascurato, inoltre
    serviranno a sostenere le vittime della ''ndrangheta e
    fungeranno da argine al dilagare della criminalita'
    organizzata e non.
    Cio' sara' possibile grazie anche al
    lavoro svolto dal gruppo socialista che in questo ultimo anno
    si e' caratterizzato per la capacita' di produrre una
    significativa quantita' di progetti di legge finalizzati al
    recupero di fasce sociali ai margini della societa'''.

    Cherubino, infine, a fronte di controverse dichiarazioni
    stampa lette, tiene a precisare che in sede di conferenza dei
    capigruppo, il suo partito ha inteso rivendicare la Vice
    Presidenza del Consiglio Regionale, ritenendo tale richiesta
    una legittima compensazione politica in virtu' della limitata
    agibilita' amministrativa, in seno alle opportunita'
    consiliari, in cui i socialisti sono stati rilegati sin
    dall'insediamento del Consiglio stesso.