• Home / CITTA / Reggio, centomila euro per la settima circoscrizione

    Reggio, centomila euro per la settima circoscrizione

    Centomila euro saranno destinati alla pavimentazione stradale, alla realizzazione di marciapiedi e di opere idrauliche nella VII circoscrizione (San Giorgio, Modena, San Sperato).
    Il progetto esecutivo approvato dalla Giunta Municipale, infatti, consiste principalmente nel rifacimento di tratti stradali laddove si presentino avvallamenti e della segnaletica orizzontale, mentre i marciapiedi saranno sottoposti a restyling per garantire un migliore impatto estetico e, naturalmente, la sicurezza dei pedoni.
    Negli interventi saranno, altresì, inseriti la manutenzione ed il miglioramento del sistema di raccolta delle acque bianche, tramite la collocazione di nuove griglie, e l’ampliamento dell’incrocio all’altezza del campo Coni, precisamente sul lato ovest, che sarà allargato arretrando il muro di contenimento stradale.
    Ma le opere previste per lo stesso settore dall’organo esecutivo di Palazzo San Giorgio interesseranno anche altre aree cittadine. Con ottantamila euro, infatti, si provvederà a realizzare la rete fognaria e l’impianto di sollevamento in via Santo Stefano a Dimminiti.
    Una decisione assunta per migliorare la funzionalità della rete, compromessa dall’usura del tempo, in quanto la costruzione risale ad alcuni decenni fa. Sostituzione  e potenziamento, dunque, nelle linee guida del progetto definitivo, inserito nella redazione del Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il periodo 2006 – 2008.
    Sempre allo stesso documento programmatico appartiene il progetto preliminare che riguarda le “Opere stradali di collegamento tra la scuola media Pirandello, vico Fanalone, via Casalotto (Vico Neforo) e traverse”.
    Gli interventi in questo caso si rendono necessari per rendere accessibili dalle strade principali (cioè Via Casalotto e Vico Fanalone) una serie di abitazioni di nuova  e vecchia costruzione.
    L’ampliamento dell’attuale sede stradale, ad oggi parzialmente esistente, diviene perciò la risposta più adeguata a tali esigenze. Naturalmente la realizzazione del collegamento sarà accompagnata da tutti i manufatti necessari al completamento dell’opera. (ROTO SAN GIORGIO)