• Home / CITTA / LegAutonomie lamenta mancato recapito BURC

    LegAutonomie lamenta mancato recapito BURC

    In una lettera inviata al dirigente generale del dipartimento della presidenza di Catanzaro, il Presidente di LegAutonomie Calabria, Antonio Acri, già consigliere regionale nonchè Presidente del Comitato per la qualità e fattibilità delle leggi in Consiglio regionale, solleva formale protesta contro la decisione, comunicata a voce, di escludere LegAutonomie dall'invio gratuito del Bur Calabria. Da quanto riportato nella lettera è, infatti, dal 15 luglio 2006 che LegAutonomie, non riceve piu' il Bur Calabria. 

     ''Di tale decisione  – puntualizza Antonio Acri nella lettera – abbiamo avuto notizia solo perche' i nostri dipendenti si sono recati personalmente in Via Orsi, sede dell'amministrazione del Bur, per appurare i motivi del mancato recapito. Si rammenta che LegAutonomie Calabria ha sempre ricevuto il bollettino e che, in ultimo, ai sensi della legge regionale n. 19 del 2001, all'articolo 56, e' stata reiterata apposita richiesta, in data 18 marzo 2003, allo stesso dirigente generale del dipartimento in indirizzo. Constatiamo, inoltre, l'illegittimita' formale del provvedimento, considerato che nessuna comunicazione, singola o collettiva, e' stata data nei confronti dei soggetti sui quali il provvedimento stesso e' destinato a produrre effetti. E cio' in violazione della legge n. 241 del 1990 e successive modifiche ed integrazioni''.
       ''Siamo certi – conclude Acri – che vorra' rivedere il provvedimento in esame e reinserire la nostra associazione tra quelle destinatarie dell'invio del Bur Calabria''.