• Home / CITTA / Estate reggina: ad Agosto 150 milioni di euro in più

    Estate reggina: ad Agosto 150 milioni di euro in più

    image_00195Con il pathos di chi ha voglia di fare chiarezza su una vicenda rovente, nonostante sia passato il calore di questa estate, il Sindaco Giuseppe Scopelliti, nel corso di una conferenza stampa alla
    quale hanno preso parte anche il presidente della Camera di Commercio,
    Lucio Dattola e la dirigente comunale del settore turismo e spettacolo,
    dott.ssa Spanò, ha esposto

    con dovizia di particolari, "fuori dal contesto del pettegolezzo e delle dicerie" le cifre degli investimenti complessivi dell'estate reggina e le corrispondenti ricadute economiche.
    Appunto, le cifre:  
    5.192.000 € il totale delle cifre deliberate dal primo di giugno ad oggi comprese diverse manifestazioni come il "Filmfestival" che raggiungono, sfiorando di poco, la soglia dei 6 milioni includendo anche le spese relative alla Notte Bianca.
    31.000.000 € il ritorno economico registrato che raddoppia il dato dello scorso anno.
    Secondo la Banca d'Italia (interpellata appositamente dal Comune) nel solo periodo luglio-agosto e' stato registrato un incremento mensile minimo di circolazione di denaro a Reggio Calabria di 300 miliardi delle vecchie lire con punte anche di 600 miliardi.
    Le notizie dei giorni scorsi, sono frutto – secondo Scopelliti – di forzature giornalistiche in quanto i numeri riportati da alcuni quotidiani includono, inappropriatamente, cifre che esulano da investimenti relativi all'intrattenimento estivo.
    Ovvio che una spesa forte, consistente e coraggiosa mirasse anche a stimolare una mobilità turistica di cui è possibile coglierne la crescita perchè, ha incalzato Scopelliti, "gli stranieri in città li abbiamo visti tutti in faccia".
    Ed infatti anche i qui i numeri ci aiutano a trarre un bilancio.
    Reggio si conferma una delle capitali del turismo per il 2006, capofila indiscussa della Calabria che nel periodo gennaio-giugno 2006 registra 38.000 presenze di stranieri (cittadini con residenza fuori dai confini nazionali) rispetto ai 22.000 dello scoro anno a cui è corrisposto un calo delle partenze verso l'estero dei reggini notevole. I reggini che lasciavano l'Italia erano 48.000 nel 2005 e sono scesi a 19.000 quest'anno.
    Ciò automaticamente avrebbe da un lato aumentato la quantità di denaro importato dimezzando quella di denaro speso all'esterno del nostro sistema produttivo.
    Secondo il quotidiano economico di Confindustria, IL SOLE 24 ORE, Reggio Calabria è la quinta città italiana per flussi stranieri in ingresso dietro città come Torino, Siena, Grosseto e Lecco.
    Sulla stessa linea d'onda il Presidente della Camera di Commercio Lucio Dattola che ha evidenziato come una accurata analisi del c.d. differenziale dei consumi rapportato al reddito medio pro capite della città ed al prodotto interno non possa che dare alla Notte Bianca, ma nel complesso all'operazione Estate Reggina 2006, i connotati di una operazione economica dalle eccezionali ricadute commerciali, turistiche e produttive. (Ant. Mont.)