• Home / CITTA / Direzione regionale dogane: la richiesta dei deputati calabresi

    Direzione regionale dogane: la richiesta dei deputati calabresi

    I senatori e i deputati, eletti
    in Calabria, raccogliendo le proposte e le proteste dei
    lavoratori del comparto, hanno inviato al Ministro
    dell'Economia e delle Finanze Padoa Schioppa, al Viceministro
    Visco e al Sottosegretario Lettieri una lettera per
    sollecitare l'attivazione di tutte le procedure necessarie
    per istituire una Direzione Regionale delle Dogane,
    autonoma.

    ''Ad oggi – scrivono i parlamentari – le regioni Calabria
    e Campania hanno un'unica Direzione Regionale delle Dogane
    con sede a Napoli. Le due regioni non solo non sono
    confinanti tra di loro, ma la citta' di Napoli dista 410
    chilometri da Catanzaro e addirittura 500 da Reggio Calabria
    (che e' quasi la distanza tra Roma e Milano), distanza che
    rende difficile la comprensione e la efficace gestione da
    parte del Direttore Regionale, con sede a Napoli, di una

    realta' complessa ed articolata come quella calabrese.
    Tale
    distanza, inoltre, penalizza puntualmente il personale della
    Calabria, come ad esempio accade per le attivita' formative,
    a causa della decisione di farle effettuare quasi
    esclusivamente a Napoli, impedendo di fatto alla maggioranza
    dei lavoratori calabresi (lavoratrici madri, soprattutto) la
    possibilita' di fruire di questo ''diritto-dovere alla
    formazione''. La Calabria, con Gioia Tauro porto piu' grande
    del Mediterraneo – scrivono ancora – a cui si aggiungono i
    porti di Corigliano, Reggio e Vibo Valentia, gli aeroporti di
    Lamezia, Crotone e Reggio in grande espansione e gli oltre
    800 chilometri di costa, avrebbe bisogno di una struttura in
    grado di seguire le problematiche inerenti alle dogane piu'
    da vicino e piu' tempestivamente di quanto si possa fare da
    Napoli. Non a caso l'attivita' delle dogane in Calabria,
    negli ultimi anni, e' cresciuta enormemente, con grandi
    risultati soprattutto nella lotta alle contraffazioni e ai
    traffici illeciti in generale, basti pensare che solo alla
    Dogana di Gioia Tauro si sono registrati oltre 50 fermi e
    sequestri dall'inizio dell'anno, operati dai funzionari
    doganali. A dispetto di questi risultati e di questa
    situazione si e' gia' proceduto alla chiusura di ben 2 dogane

    (Catanzaro Lido e Paola) – scrivono ancora i parlamentari
    calabresi – mentre la promessa apertura di Corigliano sembra
    allontanarsi definitivamente. Infine, si registra un evidente
    squilibrio tra i dipendenti nelle due regioni (quasi 600

    dipendenti in Campania, meno di 200 in Calabria).

    Le abbiamo succintamente riepilogato i motivi – scrivono i
    parlamentari – che stanno alla base della necessita' di
    istituire una Direzione Regionale delle Dogane autonoma per
    la Calabria e per questo Le chiediamo di voler attivare tutte

    le misure necessarie al raggiungimento di questo risultato.