• Home / CITTA / Avviso di garanzia Nicola Adamo (3)

    Avviso di garanzia Nicola Adamo (3)

    L'inchiesta che ha portato all'emissione dell'informazione di garanzia nei confronti del vicepresidente della Regione Calabria, Nicola Adamo, sarebbe partita da un esposto che lo stesso Adamo aveva presentato il 23 dicembre scorso al procuratore della Repubblica di Catanzaro, Mariano Lombardi. E' quanto si e' appreso in ambienti giudiziari.
       Adamo aveva presentato l'autodenuncia dopo la pubblicazione di un articolo sul Corriere della Sera in cui si faceva riferimento a presunti incarichi conferiti dalla Regione
    Calabria, grazie all'interessamento del vicepresidente della Giunta, alla moglie dello stesso Adamo, Enza Bruno Bossio.
    Nell'articolo si faceva anche riferimento alla relazione extraconiugale di Adamo con l'allora sindaco di Cosenza, Eva Catizone, relazione dalla quale e' nato un figlio.
       Adamo, nell'esposto, aveva chiesto alla Procura della Repubblica di ''svolgere, anche con riferimento alla mia persona ed alla mia attivita' istituzionale ogni opportuna indagine''
    per accertare se siano stati conferiti incarichi ''a societa' riconducili in qualsiasi modo alla dottoressa Enza Bruno Bossio''.
       Il procuratore Lombardi, sulla base dell'autodenuncia presentata da Adamo, aveva aperto un fascicolo che aveva poi affidato al sostituto procuratore de Magistris, la cui attivita'
    ha portato al'emissione delle informazioni di garanzia nei confronti dello stesso Adamo, della moglie e di Giulio Grandinetti in cui vengono ipotizzati i presunti favoritismi di cui avrebbe beneficiato la moglie del vicepresidente della Regione Calabria sia nell'attuale legislatura che in quella precedente, quando l'esecutivo era espressione di una maggioranza di centrodestra.
      L'atto di autotutela prodotto da Adamo avrebbe consentito, in realta', alla Procura della Repubblica di Catanzaro, di avviare un'inchiesta nell'ambito della quale sarebbero emerse presunte responsabilita' dello stesso Adamo e della moglie, con l'avvio un filone d'indagine che potrebbe essere suscettibile, secondo quanto si e' appreso, di ulteriori sviluppi. (ANSA)