• Home / CITTA / Aeroporto: con Air Malta prospettive di sviluppo

    Aeroporto: con Air Malta prospettive di sviluppo

    aereoUn risultato salta agli occhi subito.

    Seduti allo stesso tavolo il Sindaco Scopelliti ed il numero uno della Sogas, Pietro Fuda

    – insieme al Presidente della Camera di Commercio, Lucio Dattola, all'assessore provinciale Battaglia ed ai rappresententi di Air Malta.

    La notizia è ghiotta e la porta all'incasso, con evidente soddisfazione, il Sindaco Scopelliti; si tratta del raddoppio dei voli che -con Air Malta- collegano Reggio a Roma. Dal prossimo 26 ottobre, infatti, i voli giornalieri da e verso la Capitale saranno due. 

    "Il rapporto tra Reggio ed Air Malta" – ha detto il Primo Cittadino- "è in continuo crescendo; siamo partiti da un volo settimanale per Malta, per poi passare ad un Malta-Reggio-Roma quotidiano ed anche ad un settimanale per Barcellona. Da oggi, con la consegna formale delle chiavi del box da parte del Presidente Fuda ad Air Malta, la compagnia di bandiera dell'isola" – ha proseguito Scopelliti- "avrà un ufficio stabile al 'Tito Minniti' ed un altro tassello verso la città turistica sarà inserito"

    Ma le prospettive paiono ancora più rosee, soprattutto alla luce, come sottolineato da Dattola, della rinnovata sinergia tra Comune e Sogas, a dispetto delle diverse aree politiche di riferimento.

    L'obiettivo è ghiottissimo, come sottolineato dal Sindaco Scopelliti che ha svelato lo studio su un'idea "per collegare Reggio a Malta nelle primissime ore della mattina e viceversa in tarda serata, al fine di realizzare un trampolino immediato, distante solo 25 minuti, tra Reggio e le 45 località europee ed africane collegate in modo diretto con Malta".

    "Per fare ciò" – ha però sottolineato il rappresentante della compagnia di bandiera maltese Caruana- "è necessario superare alcuni limiti tecnici dello scalo dello Stretto, come, ad esempio, la sua inattività nella fascia oraria 00.00 – 06.00".

    E qui il coniglio dal cilindro lo ha tirato fuori Pietro Fuda che, incalzato dai giornalisti, si è impegnato alla risoluzione del problema senza alcuna difficoltà. "Air Malta" – ha poi detto l'amministratore unico della Sogas- "ha messo in un anno un paletto fondamentale per tutta la Calabria, di pari passo allo sviluppo dell'aeroporto che, peraltro, entro 18 mesi cambierà radicalmente volto anche sul piano infrastrutturale e dell'aerostazione, punto indispensabile per attrarre nuove compagnie aeree ed uscire dall'isolamento, cosa peraltro già abbondantemente avviata con oltre 2.000 passeggeri giornalieri (con punte di 3.000) a fronte dei 600 precedenti e con i voli per Torino, Pisa, Bologna che viaggiano sempre pieni e talvolta in overbooking. Non così per il collegamento con Genova" – ha proseguito Fuda- "che abbiamo dovuto al momento sospendere dal momento che non raggiungevamo il 40% della capienza degli aeromobili. Da qui ad un anno" – ha chiuso Fuda- "avremo anche la totale apertura, stabile ai voli charter"