• Home / CITTA / A Reggio campagna contro i linfomi

    A Reggio campagna contro i linfomi

    Arriva anche a Reggio  la campagna dell'Ail ''Viaggia anche tu contro i linfomi'', realizzata in collaborazione con Trenitalia, con il sostegno di Roche Italia e il supporto di Cremonini.
       L'obiettivo della campagna, e' scritto in un comunicato, e' di sensibilizzare l'opinione pubblica su una patologia in forte aumento, ma anche di lanciare un messaggio di speranza ovvero, come recita lo slogan dell'iniziativa, che ''l'incurabilita' dei
    linfomi e' una convinzione da scartare''.
       La Campagna prende il via domani in occasione della Giornata Mondiale per la Conoscenza del Linfoma promossa dalla Lymphoma Coalition, l'organizzazione non profit che riunisce le associazioni dei pazienti di tutto il mondo e di cui fa parte,
    per l'Italia, l'Ail. I passeggeri potranno devolvere 2 euro a favore della ricerca in cambio di un sacchetto di caramelle Ail e di un opuscolo informativo sulla patologia fino al 28 settembre a bordo dei treni Eurostar Italia, Alta Velocita', TBiz, nei club Eurostar e Alta Velocita' (AV Lounge); fino al 4 ottobre nei punti buffet delle maggiori stazioni italiane.
       In occasione del lancio della Campagna, e' stata presentata la Carta internazionale dei pazienti affetti da linfoma. Si tratta del primo documento, ratificato a livello mondiale dalle
    associazioni aderenti alla Lymphoma Coalition, che sancisce i diritti di coloro che convivono con il linfoma – l'accesso alle migliori cure, informazioni e sostegno – e i doveri e le
    responsabilita' della societa', dei medici, delle associazioni e dell'industria nei loro confronti.
       ''Il linfoma – ha sostenuto il prof. Franco Mandelli, presidente dell'Ail – e' una delle forme tumorali piu' diffuse e in costante crescita in Italia e nel mondo. Serve per questo uno
    sforzo comune, anche sovranazionale, per sostenere coloro che lottano contro la malattia. Questo lo scopo della Carta Internazionale che dichiara i diritti del paziente e offre loro
    un supporto nell'affrontare il percorso clinico, dalla diagnosi alla cura''.
       E proprio a proposito di cure il professor Mandelli si e' soffermato sulle novita' terapeutiche: ''con l'individuazione e l'impiego degli anticorpi monoclonali, che agiscono in modo mirato contro le cellule tumorali, si e' giunti per la prima volta ad avere dei farmaci che in associazione con la chemioterapia offrono migliori possibilita' di cura rispetto alla sola chemioterapia''.