• Home / CITTA / Vicenda gazebo, Imbalzano replica a Tripodi

    Vicenda gazebo, Imbalzano replica a Tripodi

    imbalzano''Le improvvide dichiarazioni del segretario regionale del Pdci Michelangelo Tripodi in merito alla vicenda dei gazebo sul lungomare, sul cui sequestro e' opportuno allo stato non esprimere alcun commento poiche' sono altre le sedi in cui deve essere compiuto ogni utile approfondimento, meritano una risposta chiara nella parte in cui, ritenendo di poter disinvoltamente andare fuori le righe, ipotizza per l'amministrazione situazioni assolutamente inverosimili e fantasiose''.


    E' quanto afferma l'assessore comunale alle attivita' produttive, Candeloro Imbalzano. ''In ordine agli aspetti procedurali seguiti per l'assegnazione dei gazebo stessi, auguro intanto all'assessore Tripodi di utilizzare negli atti di indirizzo ed anche gestionali eventualmente compiuti nella sua qualita' di assessore regionale, lo stesso indice di assoluta trasparenza amministrativa adottato nella vicenda dalla giunta Scopelliti e dalla commissione aggiudicatrice. L'assessore Tripodi forse e' rimasto l'unico a disconoscere che la procedura adottata e' stata quella dell'asta pubblica”. ''Credo che la improvvida mancanza di cautela – ha concluso Imbalzano – nelle sue dichiarazioni, forse per scarsa o inesistente conoscenza degli atti e delle procedure adottate, dovrebbe indurre l'assessore Michelangelo Tripodi a recitare, per onesta' intellettuale, un doveroso mea culpa a fronte di un ''metodo'' di lotta politica che esula dalla normale dialettica democratica''.