• Home / CITTA / Quarto furto sacrilego nel vibonese

    Quarto furto sacrilego nel vibonese

    Trafugata la scorsa notte a Spilinga, nel vibonese, la statua in gesso di San Francesco di Paola posta in una nicchia all'ingresso del paese. La statua e' alta 80 centimetri e risale ad oltre cento anni fa. Ad accorgersi del furto e' stato stamattina un abitante del paese che si era recato nel punto in cui era ubicata la statua per deporre dei fiori. Quello della scorsa notte e' il quarto furto sacrilego che viene compiuto nel mese di agosto nel vibonese. Il primo e' avvenuto alla vigilia di Ferragosto a Capistrano, dove all'interno della chiesa parrocchiale e' stato rubato il Bambinello, risalente al diciottesimo secolo, dalle braccia della Madonna della Montagna. A distanza di pochi giorni hanno fatto seguito i furti della statua della Madonna del Carmelo a San Costantino Calabro e di una reliquia in argento raffigurante l'Addolorata a Maierato.