• Home / CITTA / Meteoweb..ragazzi con la testa “tra le nuvole”

    Meteoweb..ragazzi con la testa “tra le nuvole”

    meteoweb_senza2Meteoweb compie un anno. Una prima candelina ricchissima di soddisfazioni. E se i numeri parlano del sito come uno tra i più visitati della regione, con una media di duemila contatti mensili e 500 mila pagine visitate, la marcia in più è nascosta proprio nella coinvolgente passione di questi ragazzi. Pronti a far capitolare anche i più scettici per trasformarli in veri scrutatori del cielo, non più col naso all’insù a caccia di nuvole, ma chini a smanettare tra le icone del web. “Un anno ricco e difficile, in cui molto è stato fatto ”, commenta il Presidente di Meteoweb Giuseppe Caridi, 21anni appena e un misto di passione e conoscenza della materia da far invidia agli addetti ai lavori che da anni lottano con le previsioni. Palazzo San Giorgio non ha dubbi


    : “professionisti nonostante la giovane età che danno un segnale positivo alla nostra società”. Non un caso dunque che molte sinergie siano già in atto. Per il Comune, la speciale sezione sul meteo a Barcellona e Malta nel sito. Con un occhio di riguardo ai tanti reggini in viaggio per quelle località. Dal turismo, al meteo nostrano. Una rete capillare sempre crescente di stazioni e tanta buona volontà fatta di nottate in bianco e strumentazioni usate al massimo delle potenzialità, che fa di quel guazzabuglio che è il tempo sullo stretto non più un probabilità ma un qualcosa di calcolato scientificamente. Un temporale su Scilla, non è più pioggia anche a Lazzaro. Ma una mappa dettagliata delle perturbazioni in arrivo, con tanto di orario previsto e intensità. E’ la sezione “Scilla e Cariddi”. Una rete che spiegano, vuole allargarsi pensando anche oltre il Pollino. Forte già dei contributi esistenti degli associati e che pensa a vere stazioni dislocate sull’intero territorio. Un occhio sempre al Mediterraneo in primis, ma anche alla formazione. Non si può non pensare alla recente nascita della rubrica Meteoevolution. Ragazzi, anche under 10, con la stessa passione e tanta voglia di imparare. Lezioni su quello che a tutti gli effetti è un mestiere che fanno una media di 100 contatti a sessione. E poi ancora, lo sport, con le previsioni domenica per domenica sui campi di calcio. E le due nuove in allestimento. Sull’influenza del tempo sull’uomo e quella della natura sull’agricoltura. Insomma, un meteo a tutto tondo che si fa cultura. Informazioni che presto i reggini, come annunciato questa mattina, presto potrebbero avere anche a portata di cellulare. Si pensa ad un servizio gratuito inserito in quello già esistente delle news da Palazzo San Giorgio, in cui ciascuno potrà sapere il tempo che verrà. Intanto per domani: basta dare un’occhiata al sito www.meteoweb.it