• Home / CITTA / Ai Caffè Letterari: Carmine Abate

    Ai Caffè Letterari: Carmine Abate

    Quarto appuntamento con i Caffè Letterari del Rhegium Julii. Tanta Calabria nella serata di ieri che ha visto ospite de L’Oasi di Pentimele, proprio Carmine Abate. Originario di Carfizzi, comunità arbereshe (italo-albanese), ancora giovane è emigrato in Germania. Prima di approdare in Trentino dove oggi insegna. E’ del 1984 il suo esordio nella scrittura. Tra i suoi romanzi: Il ballo tondo, Tra i due mari, La moto di Scanderberg, La festa del ritorno e ultimo in ordine di tempo: Il mosaico del tempo grande, edito dalla Mondadori. Un viaggio in quella che è la Calabria, alla ricerca dell’identità linguistica, culturale. Lo scenario è quello di un paesino, al suo interno un turbinio di emozioni, tradimenti, addii e ritorni. Un andare avanti e indietro nel tempo, tra i primi insediamenti albanesi fino alle migrazioni dei giorni nostri. Alla scoperta di una terra dal sapore antico con i suoi toni ricchi e contrastanti dove l’autore riscopre le sue e le nostre origini attraverso i suoi personaggi, per un finale appassionato che ha i colori e i profumi tipici del mare e delle sue aspre montagne. Il prossimo martedì nello spazio Agorà, per gli appuntamenti di Reggio Estate Mediterranea, organizzati in collaborazione con l’Assessorato Cultura, Immagine e Spettacolo del Comune: Nino Marazzita.