• Home / CITTA / Primo sequestro di shaboo in città

    Primo sequestro di shaboo in città

    shabooPrimo maxi sequestro di shaboo in città. Arriva anche in riva allo Stretto  l’incubo della terribile droga  filippina dagli effetti devastanti. Da tempo gli uomini della narcotici  guidati da Diego Trotta  avevano avuto sentore in questo senso. L’altro ieri  la  conferma nella zona di via Pio XI. Una trentasettenne cittadina filippina nervosamente consegnava a due suoi connazionali  della stessa età,  alcune bustine.  All’interno quelle che all’apparenza  erano semplici pantofole  infradito da mare. La reazione scomposta e il peso eccessivo  hanno però insospettito gli agenti. Il controllo più accurato ha fatto il resto.


    Un’intercapedine era stata ricavata  nella suola di gomma, al suo interno bustine della droga sintetica. 36  per un totale  di 354 grammi  il quantitativo sequestrato. Si tratta del primo sequestro di questo tipo di droga sintetica.  Una  metanfetamina ad elevatissimo grado di purezza, oltre il 90%. Cristalli bianchi come quelli del  comune sale da cucina,  inodori e incolori ma che una volta discolti nelle ampolline con l’acqua, e inalati danno effetti prolungati nel tempo. dalla perdita di sonno alla  resistenza alla fatica, fino alla perdita totale dei freni inibitori  e al suo pesantissimo effetto "down" a livello psichico. Pochi finora i sequestri sull’intero territorio nazionale, per una droga comunque da sempre prettamente  di stampo asiatico. Oggi, lo confermano i precedenti sequestri nella capitale, è possibile trovarla a 300 euro al grammo. Ciascuno di questi una volta tagliato arriva a produrre anche quaranta dosi. Dopo  i tre arresti di ieri, le indagini sono ora a tutto campo. Da capire quali siano i canali di importazione sullo Stretto.