• Home / CITTA / Music Village..festival di suoni e altre storie

    Music Village..festival di suoni e altre storie

    bongoA Catona il “Music Village..festival di suoni e altre storie”. Sei serate dal 14 luglio all’11 agosto, targate Soledad, l’associazione che ha siglato il successo della rassegna “Jazz in fioriera”. Protagonisti la musica e le sue emozioni nelle sue più svariate contaminazioni: Swing, Pop-rock, Soul, Blues, Bossanova, Latinjazz. Il 14 luglio di scena Larry Franco. Basti dire che lo hanno visto al loro fianco artisti del calibro di Lee Konitz, Chet Baker, Barney Kessel e alcuni tra i più grandi jazzisti americani. A Catona col suo quartet per un repertorio che va dalle più belle canzoni italiane degli anni ‘30 ‘40 e ‘50, ai più raffinati standard americani, non senza un pizzico di originalità, il tutto “condito” con una grande  carica di swing.


    Il 21 luglio sarà la volta del Moods Acoustic Trio. Un progetto nato nel 2004 che ha visto unire in occasione di un festival jazz la cantante italoamericana Francesca Ventura e i chitarristi Romualdo Panebianco e Francesco Stabile
    Il 28 Mia Cooper Quartet. Con anche Mirko Signorile (fender rhodes), Antonio Di Lorenzo (batteria) e Davide Penta (basso). Una presenza quella di Mia Cooper  non nuova ai palchi italina. Solo per citarne qualcuno: il “FestivalBar”, “Un Disco per l'Estate”, “Quelli che il Calcio”, “Sanremo Rock”, “Monza Rock Festival”,  “MTV Day”. Non ultima quella al fianco di Pino Daniele nel  “Medina tour”.
    Il 30 in scena Gigi Cifarelli Trio. Il suo nome è legato anche a quelli artisti del calibro di Renato Zero, Tullio De Piscopo, Carlo Marrale (Matia Bazar) e soprattutto, con Mina e Massimiliano Pani e per aver partecipato a diverse trasmissioni televisive accompagnando artisti come Joe Cocker, Paul Young, Sam Moore, ed altri. Gli appassionati lo vedono spesso con grandi jazzisti come: Chick Corea, Sam Rivers, Jack De Johnette, Delmar Brown, Cameron Brown,  Tony Scott, Enrico Rava e Franco AmbrosettiIl 3 agosto sarà la volta di Giorgia Meli quintet. I passi più recenti del curriculum di questa artista la vedono nel 20002 entrare a far parte del gruppo dei “Duke Ellington singers” diretto da Enzo Randisi. Poi dell’ “Open Jazz Vocal Band”, quartetto vocale ideato e diretto da Loredana Spata. Nel 2003 al fianco di Roberto Terranova e Luca Lento, lavorare al progetto di musica elettronica “Ladybird”. IN questo anno incide il singolo Running”. E nello stessoperiodo partecipa alla realizzazione del secondo disco  di Vincenzo Palermo “Avenida Lua”. Dal settembre 2003 collabora con il compositore Mario Modestini per gli spettacoli “Giardini dell’ozio”, “Lunarie” e “Minima Monodia” rappresentato a Torino in occasione della manifestazione per il centenario del premio nobel a F. Mistral, poeta di lingua occitana. Fa parte del  “Swanee String Quartet”, progetto per voce e quartetto d’archi composto da sole donne, dedicato alla musica di George Gershwin con arrangiamenti originali di Mario Modestini.  L’11 serata finale deidcata all’Orchestra Rumbaclave tra le più conosciute nel panorama italiano con il suo repertorio di Salsa – Rumba Cubana – Son Cubano – Guajira y Cha Cha Cha – Boleros – Mambo y Latin Jazz.