• Home / CITTA / Maxi operazione anti prostituzione tra Napoli e Reggio

    Maxi operazione anti prostituzione tra Napoli e Reggio

    Con la promessa di una vita migliore trascinavano in Italia ragazze extracomunitarie che invece finivano sulla strada in riva allo Stretto. Scoperto un sodalizio criminoso italo-albanese dedito allo sfruttamento della prostituzione. L'indagine ha visto in azione le due squadre mobili di Napoli e Reggio che dopo un inizio parallelo hanno unito i loro sforzi in una pista comune. Soprattutto albanesi i "protettori" che in alcuni casi compravano nel vero senso della parola, le ragazze anche a duemila euro. Una volta nel nostro paese venivano invece smistate. Nella nostra città, a guidare il tutto erano un uomo e una donna con la collaborazione di alcuni parenti. Erano loro a decidere dove far stare le ragazze. A fine serata venivano costrette a sborsare 25 euro di servizio taxi per andare a finire in alloggi che gli stessi avevano trovato. Anche qui erano cinquanta euro. Per chi si ribellava, minacce, violenze e in un caso sembra anche costretta ad assumere cocaina. Stamani il blitz della polizia. Ma l'indagine non è ancora conclusa e all'appello mancano ancora sette indagati.