• Home / CITTA / Cdo: “un criterio ideale, un’amicizia operativa”

    Cdo: “un criterio ideale, un’amicizia operativa”

    L’assemblea annuale dei soci di Compagnia delle Opera della Calabria aprirà domani, a Lamezia, i lavori, all’insegna del tema, cui si ispira la convention, che titola: “Un criterio ideale, un'amicizia operativa”. Un incontro per fare il punto sull' attività svolta nel corso dell' anno ma anche per ascoltare le testimonianze di alcuni imprenditori che operano con non poche difficoltà in Calabria. “L' assemblea – ha affermato il presidente della Cdo, Giancarlo Franzè – cade in un momento particolare per la Regione: le discussioni dopo il delitto Fortugno, posti di lavoro che vanno in fumo, imprenditori che rischiano e hanno voglia di intraprendere, ma sono lasciati soli, i morti a seguito del disastro ambientale di Vibo Valentia. Una situazione davvero desolante. Ma nel nostro incontro testimonieremo che si può ripartire dal positivo, così ascolteremo testimonianze e storie di uomini che con la loro intelligenza e il loro lavoro hanno costruito opere e iniziative sociali ed  economiche importantissime. E' da qui che si riparte: non si può seguire ciò che non va, ma bisogna porre esempi, punti di riferimento”.