• Home / CITTA / La Guardia di Finanza festeggia 232 anni

    La Guardia di Finanza festeggia 232 anni

    L'Arena dello Stretto è tutta in  piedi quando sulle note dell'Inno di Mameli della Brigata Aosta,  sfila la bandiera italiana sul tappeto di rappresentanza. E’ la festa della Guardia di Finanza. 232 anni di storia. Sullo sfondo del mare e della Sicilia, i baschi verdi, i reparti motorizzati, il nucleo cinofili, la brigata. Il palco d'onore ha i nomi delle massime rappresentane istituzionali cittadine.


    Da Palazzo San Giorgio, passando per la Regione fino al Parlamento. Il pensiero del comandante provinciale Francesco Gazzani, va alle vittime civili, dell'Esercito italiano, dell'Arma, cadute negli attentati in terra straniera nelle missioni di pace. E poi a loro, a chi è scomparso nell'adempito quotidiano del suo servizio. Ma lo spirito è alto. La sua memoria torna a quel finanziere, Vincenzo Giudice, cui porta il nome la caserma di Eboli, da lui stesso guidata, che nel lontano '44 offrì la sua vita in cambio di quella dei cittadini presi in ostaggio. Morì trucidato.  Un esempio che vuole essere anche il senso del servizio. Vicini ai cittadini. E sono davvero tanti i risultati che lo testimoniano. Dalla lotta all'evasione, al traffico internazionale di droga, passando per i recenti e importanti sequestri di armi alla criminalità organizzata.