• Home / CALABRIA / Una delegazione dell’Associazione Europea per Giovani al Parlamento di Bruxelles

    Una delegazione dell’Associazione Europea per Giovani al Parlamento di Bruxelles

    L’Associazione Europea dei Giovani è una organizzazione nata con l’obiettivo di avvicinare i giovani al mondo delle istituzioni europee. Essa ha sede a Frosinone, ma opera in tutto il territorio nazionale.

    Il 15 ed il 16 Ottobre proprio una delegazione di giovani iscritti dell’Associazione, guidata dal Presidente Francesco Tabacchino, è stata ospite del Parlamento Europeo presso la sede di Bruxelles.
    All’interno della delegazione anche la calabrese Simona Lo Bianco. I ragazzi, accolti dal Vicepresidente del Parlamento David Maria Sassoli, hanno avuto modo di partecipare a due giorni di formazione e incontri istituzionali.
    “Il nostro obiettivo è quello di concordare la nascita di una nuova sede dell’AEG a Bruxelles, che ovviamente risulterà essere una struttura operativa e strategica per le attività che l’Associazione europea dei giovani intende perseguire e realizzare” dichiara Francesco Tabacchino. Un obiettivo ambizioso ma, a detta di Simona Lo Bianco “imprescindibile per creare opportunità di conoscenza e contatto diretto con l’Europa, anche perchè la Calabria cresce e lo fa grazie ai Fondi Europei, per questo invito tutti i giovani calabresi ad aderire a questa associazione e ad approfondire il funzionamento ed il regolamento delle istituzioni europee”.
    L’AEG, inoltre, persegue e promuove i principi e i diritti fondamentali europei, tra i quali i diritti alla salvaguardia e protezione dell’ambiente. Concetti molto importanti ed attuali in Calabria ed in Sila, alla luce della sua candidatura Unesco.
    “Sono molto grata al Presidente per l’attenzione data alla nostra Regione e per aver sposato la candidatura, frutto di un intenso e appassionato lavoro dell’Ente Parco Nazionale” dice Simona Lo Bianco, tra l’altro responsabile del Bene Fai I Giganti della Sila. “Riconosciamo l’enorme patrimonio storico e naturale che da sempre caratterizza il Parco della Sila…come Aeg non potevamo non sostenere la sua candidatura a diventare sito mondiale dell’Umanità”, dichiara Francesco Tabacchino.