• Home / CALABRIA / Soriano Calabro – La mostra personale dell’artista pittore contemporaneo Massimiliano Ferragina

    Soriano Calabro – La mostra personale dell’artista pittore contemporaneo Massimiliano Ferragina

    Alla lista degli eventi culturali che caratterizza la stagione estiva di Soriano Calabro, si aggiunge la mostra personale dell’artista pittore contemporaneo Massimiliano Ferragina. 
    Un ragazzo di origine Calabresi, trapiantato a Roma per motivi di studio prima e poi di lavoro, infatti è insegnante di religione presso un istituto romano, che si sta facendo un nome nell’ambiente.
     
    Il progetto della mostra prevede l’esposizione dei suoi quadri, all’interno del Mumar, Museo dei Marmi di Soriano Calabro, per il periodo che va dal 3 al 31 agosto. 
    Le tele sono state realizzate per l’occasione, pensate per “celebrare” i marmi carichi di storia, ma quasi dimenticati, in una danza di colori, luci e forme. Un dialogo tra passato e futuro. Giorno 3 agosto alle ore 18:30 presso l’atrio del Mumar ci sarà una conferenza di apertura durante la quale si inaugurerà, appunto, la mostra.

    Interverranno l’artista Massimiliano Ferragina, il curatore della mostra, il critico d’arte Roberto Sottile, il sindaco di Soriano arch. F. Bartone, la dottoressa Laura Dominici giornalista e storica dell’arte, mentre a moderare ci sarà Angela De Masi la quale da tempo si occupa delle visite guidate presso il Mumar.
    L’organizzazione di questa mostra è a cura del comitato di promozione culturale “Metafora” di cui fanno parte ragazzi di Soriano da tempo impegnati in opere per la collettività. Il Portavoce del comitato Vincenzo Nesci:
    “Il nostro auspicio è che l’esposizione di queste splendide tele presso uno dei luoghi più suggestivi della Calabria possa attrarre più visitatori possibili. Lo scopo è quello di dare maggiore risalto al nostro piccolo borgo, già valorizzato dall’opera di promozione del primo cittadino, Sindaco Francesco Bartone, al quale vanno i nostri ringraziamenti per aver contribuito alla realizzazione della mostra, dimostrandosi sin da subito entusiasta e disponibile.”