• Home / CALABRIA / Mafia Capitale – Assolti i due calabresi coinvolti
    Rotolo e Ruggiero Mafia Capitale
    Rotolo e Ruggiero Mafia Capitale

    Mafia Capitale – Assolti i due calabresi coinvolti

    Cade l’accusa di associazione mafiosa, assolti Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero

    Appalti truccati, corruzione, estorsioni, reati comuni. Ma non mafia.

    E così, a 952 giorni dal loro arresto (datato 11 dicembre 2014), i due imputati calabresi Rocco Rotolo

    (difeso dagli Avv.ti Davide Vigna e Roberta Giannini) e Salvatore Ruggiero (difeso dagli Avv.ti Guido

    Contestabile e Alessandro De Federiicis) sono stati assolti dall’accusa di aver partecipato

    all’associazione ipotizzata dalla Procura di Roma, capeggiata da Massimo Carminati e Salvatore

    Buzzi, la cui qualificazione mafiosa è stata esclusa dalla Decima Sezione Collegiale del Tribunale di

    Roma.

    I due, all’epoca dei fatti impiegati nelle cooperative sociali coinvolte nell’inchiesta con mansioni di

    operai, erano stati arrestati nella seconda ordinanza, emessa a seguito della prima tranche di arresti

    eccellenti, con l’accusa di aver partecipato al reato associativo di stampo mafioso mediando

    presunti rapporti tra la compagine romana e le cosche di ndrangheta calabresi.

    Accolte quindi le tesi difensive che miravano a dimostrare l’assoluta estraneità dei due imputati da

    contesti di criminalità organizzata meridionale e l’assenza di riscontri certi in ordine al contenuto di

    intercettazioni telefoniche poco chiare; e ciò pur a fronte dell’iniziale conferma in sede cautelare

    dei provvedimenti restrittivi da parte del Tribunale del Riesame di Roma prima della Cassazione nel

    prosieguo.

    Disposta pertanto l’immediata liberazione dei due imputati, che hanno affrontato l’intero processo

    con rito ordinario in custodia cautelare carceraria e per i quali la Procura di Roma aveva chiesto la

    condanna ad anni 16 ciascuno.