• Home / CALABRIA / Calabria – Legge regionale sul consumo, Federconsumatori: “Si rispetti l’impegno di portarla in approvazione”

    Calabria – Legge regionale sul consumo, Federconsumatori: “Si rispetti l’impegno di portarla in approvazione”

    “Per anni la proposta di legge regionale sul consumo è rimasta nei cassetti regionali poi, con la nuova Legislatura e le continue sollecitazioni, si è rianimata la spinta ad un nuovo percorso concertativo per riadattarla al mutato contesto socioeconomico. Sembrava fatta!” Lo afferma in una nota Mimma Iannello Presidente Federconsumatori Calabria
    che aggiunge: “Dopo gli annunci sull’imminente approvazione la legge è di nuovo in standby.
    Un tempo d’attesa lunghissimo che mostra la disattenzione a dotare la Calabria di uno strumento che disciplini l’accreditamento delle associazioni, il loro accesso ad una progettualità finalizzata ad accrescere informazione e consapevolezza fra i consumatori, la sfera di rappresentanza sulla moltitudine di temi che hanno ricaduta sulla tutela dei consumatori nell’ambito dei servizi pubblici e privati, del mercato, delle pratiche contrattuali e degli strumenti di controllo e vigilanza.
    La proposta di legge predisposta dall’Assessorato, nonostante “minimale” e poco innovativa rispetto al quadro nazionale di riferimento, è stata comunque salutata come un primo passo per normare il settore e superare ogni ritardo.
    L’impegno dell’Assessorato e del Dipartimento di portarla presto al voto è rimasto però inevaso.
    Il mondo del consumerismo non può restare fermo al palo di dimissioni, negligenze e burocrazie varie nel mentre, peraltro, proliferano accreditamenti di associazioni sulla base di criteri light svincolate al quadro di regole nazionali.
    Federconsumatori Calabria sollecita perciò il Presidente della G.R. Mario Oliverio a “ri-assumere” l’impegno pubblico della G.R., lo stesso che venne preso a novembre 2016 in sede di Assemblea di programma del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti svoltasi presso la Cittadella regionale alla presenza del Sottosegretario di Stato del MEF e del DG del MISE, di portare in tempi brevissimi la proposta di legge nel calendario dei lavori del Consiglio regionale affinché possa uscire dal buio di certi cassetti e trovare la luce che la metta al servizio degli interessi di tutela e difesa dei consumatori della Calabria”.