• Home / CALABRIA / Reggio – Weekend di festa per la Naos Arte&Cultura

    Reggio – Weekend di festa per la Naos Arte&Cultura

    Un weekend di festa, quello appena cocluso, in cui l’associazione NAOS Arte&Cultura si è avvicinata alla cittadinanza per la prima volta dalla sua nascita, avvenuta lo scorso marzo, attraverso due eventi di largo respiro artistico e letterario.
    Nella giornata del Tricolore, NAOS ha incontrato grandi e piccini di diverse nazionalità all’interno della Galleria di Palazzo San Giorgio, sul Corso Garibaldi. Sotto gli sguardi curiosi e affascinati dei numerosissimi visitatori, alcuni artisti reggini(Alessandro Allegra, Eleonora M. Barbaro/Negr Art, Angelo De Masi, Alessandro Gallo, Annamaria Rigano’, Tirso Ceazar Pons) si sono esibiti nelle loro performance artistiche, onorando i valori della Repubblica. Alcune delle opere realizzate durante l’estemporanea dal titolo RHEGIUM RES PUBLICA ARTIS, saranno donate a Palazzo San Giorgio. Inoltre i visitatori hanno potuto apprezzare una minicollettiva a tema libero di pittura, fotografia e illustrazione, in cui ogni artista ha scelto di mostrare alcune tra le proprie creazioni che meglio rappresentano il suo percorso artistico.
    La domenica pomeriggio, invece, è stata all’insegna della
    poesia di Mirela Stillitano, nell’incontro dal titolo VIVERE EUDEMONICO, VIVERE DI DONNA, presso la Villetta “De Nava”.
    La parola diventa catartica nella vita della poetessa reggina Mirela Stillitano, uno strumento di vicinanza al dolore per tendere la mano e afferrare quella della felicità di Donna.
    Una sala gremita, un pubblico attento e ben composito, che ha potuto apprezzare l’intervento acuto e tecnico proposto dalla Prof.ssa Borrata,e la lettura artistica della Dott.ssa Eleonora Maria Barbaro che si è avvalsa – nella sua disamina delle liriche – delle assonanze tra la poesia dell’autrice e la sua arte pittorica, nonché tra alcune
    poesie della Stillitano e il progetto fotografico “Nemesi” di Alessandro Gallo e le illustrazioni dei giovani Angelo De Masi e Annamaria Rigano’.