• Home / CALABRIA / Cirò (KR) – Borgo storico, Paletta: Continueremo a renderlo fruibile”

    Cirò (KR) – Borgo storico, Paletta: Continueremo a renderlo fruibile”

    Recupero del Centro Storico, continuando ad investire nella zona intorno al Castello. Rendere Piazza PUGLIESE il cuore nevralgico del borgo, istituendo l’area pedonale fine settimana. Completare le antiche porte con particolare attenzione a MAVILIA da farla diventare icona di ingresso nel centro storico. Ultimare i lavori al BASTIONE CANNONE con l’apertura al pubblico della parte sottostante. Pavimentare la strada pubblica e il largo PALAZZO SICILIANI fino al BASTIONE. Acquisire ed abbattere gli immobili fatiscenti per creare spazi pubblici. Recuperare l’immobile Palazzo PIGNATARI e completare la manutenzione della facciata del Palazzo Comunale. E poi, ancora, più aree ludiche attrezzate e parcheggi. Dismissione dell’amianto. Rifacimento e recupero della scala sotto Piazza MAVILIA, del parco giochi adiacente e della pavimentazione della strada di collegamento. Messa in sicurezza e sistemazione a gradoni in pietra della zona sottostante il Belvedere MAVILIA ricadente su numerose abitazioni situate in Via MADONNA DELLE GRAZIE per renderla fruibile ed evitare frane.

    Sono, questi, alcuni degli obiettivi contenuti nella sezione ASSETTO URBANISTICO del TERRITORIO e DISSESTO IDROGEOLOGICO. RECUPERO del BORGO ANTICO contenuto nel programma elettorale del progetto politico UNITI PER CIRÒ che vede Francesco PALETTA, attuale vicesindaco, candidato ad amministrare la Città per il prossimo quinquennio.

    L’Amministrazione Comunale – dichiara PALETTA – ha iniziato un’opera di recupero di case fatiscenti nel centro storico che in questi ultimi mesi ha assunto un aspetto dignitoso e di percorribilità, malgrado tante abitazione siano ancora disabitate. Cine è noto, abbiamo emesso un’ordinanza di intimazione ai proprietari (quelli individuati) per il ripristino delle abitazioni pena la messa in esecuzione delle opere da parte dell’ente con aggravio di spese e lavori. Sono stati ultimati – va avanti – i lavori che hanno consentito di provvedere alla chiusura di circa 80 tra porte e finestre di abitazioni in disuso ed in pessime condizioni ed alla pavimentazione in cemento di circa 2 chilometri donando un aspetto pulito e ordinato alle stradine del vecchio borgo che consentirà ai turisti di poterle percorrere in tutta tranquillità facendo anche visite guidate, con i volontari delle associazioni. Accanto a questo è stato predisposto un progetto preliminare per la sistemazione di quasi tutte le abitazioni fatiscenti e la creazione (previo abbattimento di alcuni ruderi) di aree parcheggi e di aree ritrovo nel centro storico, che potrà essere finanziato con il POR 2014-2020. La zona Via A. De Gasperi, monitorata dalla Protezione Civile con un sistema satellitare, attende da oltre 5 anni di essere messa in sicurezza con lo sgombero forzato di 5 abitazioni. Il progetto di 850 mila euro (come I° stralcio di un progetto complessivo di 3 milioni) predisposto dall’Amministrazione Comunale è in fase di finanziamento e ci si augura che entro quest’anno si potranno espletare le procedure per la gara. Altre zone che meritano attenzione – continua il vicesindaco – e su cui la nuova amministrazione dovrà farsi carico sono le zone denominata sotto Timpa (via S. Croci), Via Cimitero (via Campanella) e soprattutto via D Alighieri (SP 7 per zona Vallo) che è da anni in grave dissesto idrogeologico (anche qui sono state fatte ordinanze di sgombero per 5 nuclei familiari che potranno essere sistemate con fondi del POR 2014-2020, investendo della problematica anche la Provincia di Crotone pur tenendo conto dei fondi a disposizione). Tra gli altri interventi intendiamo mettere in sicurezza e sistemare il costone sottostante il cimitero comunale dalla parte SP7 che dovrà essere tolta dalle aree PAI in R4 per creare nella parte antistante, dopo azione di recupero ed acqusizione, una grande area parcheggio anche con pullman sia per la fruibilità degli alunni del Liceo Scientifico che per accogliere i turisti che vedranno a visitare il borgo, magari con le apposite navette fino su al centro storico. È nostra intenzione – conclude PALETTA – stipulare con l’UNICAL, apposite convenzioni per promuovere attività di progettazione in tema ambientale e modelli di sviluppo sostenibile per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e territoriale.