• Home / CALABRIA / Responsabilità medica: a Rende il convegno sulla nuova legge Gelli-Bianco

    Responsabilità medica: a Rende il convegno sulla nuova legge Gelli-Bianco

    Durante il convegno sarà lo stesso on. Federico Gelli, membro della Commissione Affari Sociali della Camera e relatore della legge, a illustrare tutte le novità che la nuova normativa ha introdotto in tema di responsabilità sanitaria. Si porrà l’attenzione del suo impatto sulla sanità pubblica e privata e sui nuovi scenari assicurativi.
    All’incontro, moderato dalla giornalista Angela Altomare, interverranno inoltre Ettore Jorio, docente di Diritto Sanitario all’ Unical, Enzo Paolini dell’AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata), Mauro Raffaele, direttore Generale ASP Cosenza, Eugenio Corcioni, presidente dell’ Ordine dei Medici di Cosenza, Alfredo Cosenza, presidente della Sez. Penale del Tribunale di Paola, Mario Pace, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Paola e Franco Ferro, presidente dell’A.N.I.ASS (Associazione nazionale degli Intermediari Assicurativi).
    L’ evento si terrà Mercoledì 31 maggio alle ore 17 presso la sala De Cardona del Centro Direzionale della BCC Mediocrati, in Via Alfieri, a Rende (CS)
    Con l’ intento di contribuire a chiarire e divulgare gli effetti prodotti dalla “Legge Gelli-Bianco” sulla responsabilità medica, l’A.N.I.ASS (Associazione Nazionale Intermediari Assicurativi), in collaborazione con la CDS (Costituenda Compagnia di Assicurazione) e IN-BROKER.NET (Mediazione Assicurativa) ha organizzato questo Convegno, dal titolo “Gli obblighi di copertura assicurativa per le strutture sanitarie e socio sanitarie e per il personale sanitario”.

    Dopo oltre un decennio di attesa, la Legge Gelli-Bianco, entrata in vigore lo scorso 1° aprile ha disciplinato i temi della sicurezza delle cure e del rischio sanitario, della responsabilità dell’esercente la professione sanitaria e della struttura sanitaria pubblica o privata, delle modalità e delle caratteristiche dei procedimenti giudiziari aventi ad oggetto la responsabilità sanitaria, nonché degli obblighi di assicurazione e dell’istituzione del Fondo di garanzia per i soggetti danneggiati da responsabilità sanitaria.
    La legge ha modificato in maniera sostanziale le regole di risarcimento per i medici. Il nuovo testo normativo prevede per la struttura sanitaria la responsabilità contrattuale per i fatti colposi o dolosi del personale sanitario e degli ausiliari.