• Home / CALABRIA / All’Unical “Corruzione e criminalità” – Bindi: ‘Non tutta la corruzione è opera delle mafie’

    All’Unical “Corruzione e criminalità” – Bindi: ‘Non tutta la corruzione è opera delle mafie’

    E’ in corso all’Unical il convegno “Corruzione e criminalità organizzata: una sfida europea”  per l’inaugurazione dell’anno accademico della facoltà di scienze politiche dell’Università della Calabria.. All’appuntamento che si protrarrtà nel pomeriggio (inizio alle ore 15) presso la Scuola superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche (Polifunzionale), partecipano, tra gli altri, l’On. Rosy Bindi, presidente della Commissione Parlamentare Antimafia e l’On. Laura Ferrara, componente del LIBE (Commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni al Parlamento Europeo).

    Proprio Rosy Bindi ha dichiarato “Le mafie sparano di meno, ma corrompono di più. Non tutta la corruzione è opera delle mafie, ma la corruzione è l’arma privilegiata della ‘ndrangheta e delle nuove mafie”. “La corruzione – ha continuato la Bindi – viene praticata anche senza ricorrere a mezzi intimidatori o violenti ma creando complicità e consensi da parte degli interlocutori e quindi combattere la corruzione vuol dire combattere la criminalità organizzata. Strumenti contro le mafie in Italia ne abbiamo e risultati ne abbiamo ottenuti, e il nemico, perché’ credo che contro la mafia si debba usare questo termine, è stato fortemente ridimensionato”.

    Si è quindi soffermata sulla questione del Ponte sullo Stretto, affermando che “è una scelta che va valutata”.