• Home / CALABRIA / Catanzaro – Ritorna dal 9 al 18 giugno “Alt!rove street art festival”

    Catanzaro – Ritorna dal 9 al 18 giugno “Alt!rove street art festival”

    Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con Alt!Rove Festival che, per il terzo anno consecutivo, promosso dall’amministrazione comunale, vedrà la città di Catanzaro trasformarsi nel tempio della street art. “Abstractism – Humanize Landscape” è il tema dell’edizione 2016 che proseguirà il percorso di approfondimento sul muralismo d’avanguardia italiano ed europeo, iniziato già un anno fa. Il Festival ospiterà alcuni dei più apprezzati artisti del panorama europeo come Alberonero, Alexey Luka, Aris, CT, Ekta, Gue, Nelio, Domenico Romeo, THTF e 2501. Ricco il programma di eventi concentrati in due fine settimana tra performance artistiche, concerti, workshop, talk, mostra collettiva, laboratori per bambini. Dieci giorni, dieci muri, dieci artisti: questi i numeri di Alt!Rove che, dal 9 al 18 giugno prossimi, avrà come cuore pulsante lo splendido chiostro del Complesso monumentale San Giovanni, nel centro storico della città, che sarà il quartier generale di un progetto mirato alla diffusione della cultura all’insegna della partecipazione sociale. Il Festival rappresenta, dunque, un modello positivo di collaborazione tra istituzioni e società civile che, attraverso la partecipazione attiva dei giovani, costituisce una scommessa vincente su cui costruire la promozione dell’immagine positiva del Capoluogo al di fuori dei propri confini. In tale contesto, l’arte riacquista un ruolo fondamentale nella costruzione di una strategia di rinascita della città, ritorna ad avere la missione sociale di stimolare nuove idee attraverso un’inedita esperienza visiva, coerente, pubblica e diffusa. Anche quest’anno Alt!Rove contribuirà a contaminare centri urbani, architetture suburbane e paesaggi naturali, nel rispetto della bellezza della storia e delle sue testimonianze, attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea che, più di ogni altro strumento, è capace di mantenere acceso il fuoco di una comunità.