• Home / CALABRIA / Finmeccanica – Messina: ‘No alla chiusura dello stabilimento a Reggio Calabria’

    Finmeccanica – Messina: ‘No alla chiusura dello stabilimento a Reggio Calabria’

    “La decisione di Finmeccanica di vendere un gioiello industriale come Sts a condizioni inferiori al proprio valore per scaricare i problemi di AnsaldoBreda sull’acquirente giapponese Hitachi si è rivelata un disastro. Idv presenterà un’interrogazione al Governo per chiedere quale è la logica industriale e occupazionale dell’operazione che vede il nostro Paese perdere un settore strategico, con gli stabilimenti di AnsaldoBreda e Sts in particolare di Pistoia, Napoli, Reggio Calabria e di Palermo”. E’ quanto si legge in una nota di Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Italia dei Valori.

    “Il mercato finanziario ha reagito contro l’Opa di Hitachi – ha osservato il leader di Idv – che ha raccolto solo il 6.48% di adesione, arrivando in totale al 46.48%, con ciò mancando l’obiettivo della prevalenza. Così Finmeccanica ha rinunciato definitivamente al progetto di riorganizzazione del polo ferroviario italiano ristrutturando AnsaldoBreda prima di metterla sul mercato con Firema di Caserta ed altri produttori”.

    Secondo Messina, “il risultato, ad oggi, è la totale incertezza sull’eccellenza italiana nel campo ferroviario proprio mentre il settore sta registrando una fortissima espansione internazionale. Ciliegina sulla torta, l’attuale Ad di Sts solo ora fa sapere di essere contrario al piano industriale di Hitachi”.