• Home / CALABRIA / Martone (RC) – La tradizione della NTINNA (albero della cuccagna) sabato 8 agosto

    Martone (RC) – La tradizione della NTINNA (albero della cuccagna) sabato 8 agosto

    All’interno dei festeggiamenti per San Giorgio Martire a Martone (RC) il momento più atteso è “l’arzata da ‘ntinna” che si ripete, ormai da secoli, ogni secondo sabato di agosto. A ‘ntinna è il fusto di un faggio dell’altezza di circa 25 metri che ogni anno viene  selezionato alcuni giorni prima della festa nei boschi del comune di Martone. L’albero una volta scelto e tagliato, viene trainato con due coppie di buoi lungo un tortuoso percorso  fino alla Piazza principale del paese in quello che è  un rituale di tutto il paese e per i tanti visitatori provenienti da tutto il mondo. Arrivato in piazza , nel pomeriggio del sabato viene innestato con dei particolari arbusti e  addobbato con i prodotti tipici della gastronomia martonese, come le tradizionali sgute ed i gustosi formaggi locali.  Quando è tutto pronto a ‘ntinna viene issata con delle grosse funi al centro della piazza nell’entusiasmo generale dei cittadini e grazie alla forza naturale dei devoti e senza l’uso di aiuti meccanici. Un momento unico da vivere personalmente e difficile da spiegare. Negli ultimi anni arrampicatori professionisti da tutta Italia hanno fatto rivivere la scalata fino alla cima,  coinvolgendo gli spettatori in questa impresa  fino a raggiungere i 25 Mt di altezza e arrivare alla cima dell’Albero della Cuccagna   dove poter raccogliere il ricco e meritato bottino. L’edizione 2015 vedrà la partecipazione dell’associazione sportiva Gaia di Lamezia Terme  impegnata nella promozione del l’arrampicata sportiva in tutta la Calabria. Mentre per l’edizione 2016 sono già stati presi accordi per portare i Campioni italiani di arrampicata su Albero della Cuccagna provenienti dal Nord Italia.
    A conclusione di giorno 8 agosto il gruppo dei Mutraka , protagonista al contest  Kaulonia Tarantella Future 2014 , si esibirà  coinvolgendo il pubblico al ritmo della tarantella e sarà anche possibile degustare i prodotti tipici locali nei tanti punti di ristorazione allestiti per l’occasione nelle tante vie del paese. Un giorno importante per Martone che ogni anno il secondo sabato di agosto diventa metà  di curiosi e appassionati.