• Home / CALABRIA / Cosenza – Piano trasporti comunale, “Calabria Terra Libera”: “Evidenti le numerose analogie”

    Cosenza – Piano trasporti comunale, “Calabria Terra Libera”: “Evidenti le numerose analogie”

    «Ci rallegriamo del fatto che l’ amministrazione comunale di Cosenza, secondo quanto riportato  nei giorni scorsi dalla stampa, si sia finalmente accorta della necessita’  di un piano di trasporto urbano. Argomento a noi familiare , avendone gia’ nel 2012 e nell’ ambito di un nostro percorso politico, diverso da quello attuale, presentato un progetto, nel corso di una conferenza stampa alla Casa delle culture, da cui , con grande soddisfazione, constatiamo che questa amministrazione , ha tratto non poca ispirazione. Come questo piano comunale, anche quello sottoscritto dal gruppo che oggi rappresenta lo zoccolo duro di ” Calabria Terra Libera” aveva intuito l’ urgenza di un piano di trasporto pubblico sostenibile,  che puntasse alla  riduzione dell’ inquinamento,  spinta all’ uso dei mezzi pubblici e nuovi posti di lavoro attraverso anche  la realizzazione di aree parcheggio,  bike sharing e car sharing. Ci stupisce o forse no, come all’ improvviso una impostazione di questo tipo , possa apparire conveniente, rispetto ad un passato in cui , quando suggerita da noi, è stata  completamente bypassata. A questo punto ci chiediamo se l’amministrazione Occhiuto e , nello specifico, l’ Assessore Fresca manchino di originalita’ trattandosi di un progetto, attribuibile al periodo di assessorato di Nicola Mayera’ o se il nostro , illustrato pubblicamente già 3 anni fa , non sia  valido al punto da costituire modello da cui trarre  spunto. È chiaro che questo piano, rappresenta anche , e in qualche modo, una reazione alle nostre insistenze sull’urgenza di chiarezza, in riferimento alla gestione dell’Amaco e del trasporto pubblico, così come di quella “parossistica” del traffico, incentrata  su interventi mirati, in modo scellerato, ad esempio, alla cancellazione di parcheggi. Diciamocela tutta. Questo piano trasporti, rappresenta un ennesimo regalo che facciamo al Comune di Cosenza, nella speranza che, a differenza di quello dei rifiuti ,  trovi , stavolta attuazione. Non si tratta di pura generosità nei confronti dell’ amministrazione Occhiuto. Ma un gesto che non chiede nulla in cambio, se non il bene dei cittadini e il miglioramento della qualita’ della vita dei cosentini.  Questo è il compito di una opposizione degna di chiamarsi tale. Sollevare critiche, laddove necessario,   chiedere trasparenza e proporre, di contro, soluzioni concrete.  Questo  è ciò che, nel movimento 5 stelle ci veniva impedito e che vogliamo ritornare a fare».
    Associazione politico-culturale
    “Calabria Terra Libera”