• Home / CALABRIA / Catanzaro – L’associazione culturale “COSMOS 3” presenta “Intermundia – CulturAttiva”

    Catanzaro – L’associazione culturale “COSMOS 3” presenta “Intermundia – CulturAttiva”

    Una intersecazione di Storia dell’Arte, Archeologia, Restauro e Yoga con il solo fine di tutelare e valorizzare come merita il ricco patrimonio che il territorio custodisce, tutto questo è “Intermundia – CulturAttiva” la rassegna culturale che avrà inizio il 10 agosto, progettata e fortemente voluta dall’Associazione Culturale “COSMOS 3” da anni impegnata a veicolare le bellezze artistiche, storiche e naturalistiche calabresi. Un nome suggestivo e pregno di significato, preso in prestito dal filosofo e poeta latino Lucrezio, che significa letteralmente “tra i mondi” ed ha l’ambizione di determinare una connessione tra differenti esperienze culturali finalizzate tutte a convergere in un’ unica ambizione: accrescere la Conoscenza. Bruno Bevacqua, Stefania Russo, entrambi storici dell’arte ed Antonella Fratto esperta di arti visive e discipline per lo spettacolo, membri del sodalizio, hanno pensato che i tempi fossero maturi per dare vita ad una rassegna culturale itinerante costituita da diversi seminari di Storia dell’Arte, Archeologia e Restauro, tenuti da professionisti, e incontri denominati “CulturAttiva”, ossia esperienze di cittadinanza attiva nella difesa del proprio patrimonio culturale e ambientale. La rassegna si svolgerà tra il Museo MARCA di Catanzaro, la chiesa monumentale di San Domenico a Taverna, la città di Zagarise, l’Abbazia di Corazzo a Carlopoli, il Centro Visite “Monaco” del Parco Nazionale della Sila, quest’ultimo da nove edizioni teatro privilegiato dell’Estemporanea di Pittura della Sila Piccola, appuntamento diventato imprescindibile per i cultori di questa nobile arte ma anche per i neofiti, incuriositi dalla possibilità di cimentarsi nell’arte pittorica. Nel corso di queste nove estati, COSMOS 3, grazie all’Estemporanea ed ad altre iniziative culturali, è riuscita a sensibilizzare i tanti partecipanti rispetto al patrimonio culturale ed artistico del territorio, avvalendosi del supporto incondizionato di artisti di elevata caratura. La ricca e variegata collezione di arte contemporanea, costituita dalle opere vincitrici del concorso di pittura en plein air, rappresenterà uno degli eventi di punta della rassegna “Intermundia”: l’esposizione dal titolo “La Sila si mostra. Dieci anni di Estemporanea di Pittura” che, come nelle edizioni precedenti, sarà ospitata all’interno del Centro visite di Monaco, autentica gemma naturalistica del Parco Nazionale della Sila, gestita egregiamente dagli uomini dell’Ufficio Territoriale delle Biodiversità guidati da Nicola Cucci. Sempre questo sito ospita inoltre la mostra “Sia Luce” con l’esposizione delle opere dell’artista Rosa Spina. La rassegna, presentata il 5 agosto al MARCA, è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Polo Museale della Calabria con la collaborazione di: comuni di Taverna, Magisano, Sellia, Carlopoli, Zagarise; del Corpo Forestale dello Stato – Ufficio Territoriale della Biodiversità di Catanzaro, dell’Ordine degli Architetti della provincia di Catanzaro, del MARCA, della Fondazione “Rocco Guglielmo” e del Centro Yoga “Il Dono di Shiva” di Taverna. A sostenere il progetto anche tante Associazioni: il Progetto Gedeone di Carlopoli, Sykea Calabria, Marenostrum, il Comitato “Salviamo Capo Colonna”, l’Archeoclub di Simeri Crichi, SetteSoli, il Gruppo Archeologico “Paolo Orsi”, Taberna Radici e Oltre. A seguire hanno contribuito: la Proloco di Taverna, la Banca del Catanzarese – Credito Cooperativo della Sila

    Piccola, Confimprenditori di Catanzaro, la ditta “Sandro Greco”, la “Putica” di Villaggio Mancuso e l’Hotel Olimpio di Villaggio Cutura in Sila. Media partner: Uscatanzaro.net, Trischene TV, Fimmina TV, CatanzaroTV, Soveratiamo.

    «Sono fermamente convinto – ha dichiarato Bevacqua nel corso della presentazione del progetto – che si debba necessariamente guardare al futuro e per farlo è fondamentale la comunione di intenti che, posso dire con soddisfazione, siamo riusciti a porre in essere con questa rassegna. Ringrazio quanti hanno creduto alla bontà del progetto e quanti considerano la Cultura il mezzo ideale e necessario per la costruzione di un futuro migliore, di Conoscenza e quindi di libertà sia individuale che collettiva». Entusiasti dell’iniziativa tutti i Sindaci e le Amministrazioni presenti. Domenico Gallelli, sindaco di Zagarise, ha approfittato dell’occasione per anticipare qualche ghiotta notizia sul MARZ, il Museo Civico delle Arti “Luigi Verrino” che presto aprirà i battenti nel borgo presilano. Presenti all’incontro anche Davide Zicchinella, nella duplice veste di consigliere provinciale e sindaco di Sellia, Giuseppe Pascuzzi, consigliere comunale con delega allo spettacolo del comune di Taverna e Salvatore Tozzo, vicesindaco di Magisano ed appassionato di storia antica, i quali hanno tutti dimostrato una profonda attenzione verso la Cultura in generale e soprattutto verso il patrimonio storico- artistico e archeologico che ognuno di questi comuni ha ancora la fortuna di conservare e il dovere di tutelare, sottolineando quindi un comune impegno in tal senso e la necessità di una proficua collaborazione tra le diverse realtà territoriali. Infine Maria Antonietta Sacco, assessore alla cultura del comune di Carlopoli ha posto l’accento sull’Abbazia di Santa Maria di Corazzo, mentre Rocco Guglielmo, notaio e neo direttore artistico del MARCA, divenuto un vero e proprio perno intorno al quale sono confluiti progetti ed idee differenti tra loro ma tutti volti al benessere culturale del territorio, ricordando la difficile condizione in cui versa la Cultura in Italia, ha dichiarato che il MARCA sarà sempre più votato ad una politica di apertura nei confronti delle esperienze esterne, soltanto così il museo di arte contemporanea di Catanzaro potrà dirsi vivo ed attuale.