• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / “Caso Murales”, assessore e dirigente disertano la Commissione: Iatì (Impegno e Identità) stronca la doppiezza dell’Amministrazione Falcomatà

    “Caso Murales”, assessore e dirigente disertano la Commissione: Iatì (Impegno e Identità) stronca la doppiezza dell’Amministrazione Falcomatà

    Non è bastato più di un mese all’Amministrazione Falcomatà per rendere conto ai reggini dei misteri che coprono l’affidamento dei lavori per la realizzazione dei due murales disegnati sulle pareti di due edifici ubicati in Largo Botteghelle”. Filomena Iatì, rappresentante in Consiglio comunale di Impegno e Identità, manifesta tutto il suo disappunto per quanto (non) accaduto stamattina in Commissione Controllo e Garanzia. “La seduta – dettaglia il consigliere comunale del Movimento presieduto da Angela Marcianò – prevedeva l’audizione dell’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Muraca, e del Dirigente di Settore, Demetrio Beatino. Erano stati convocati regolarmente per chiarire tutti i punti oscuri relativi ad un provvedimento sul quale grava più di un dubbio, sia di natura finanziaria che di natura procedurale. Entrambi non si sono presentati, senza fornire giustificazione alcuna, sfuggendo alle responsabilità politiche e gestionali di fornire le spiegazioni dovute alla comunità reggina che è tenuta a conoscere i dettagli di una determina di cui nulla al momento si sa, se non che i due personaggi raffigurati sono due ‘eroi della Resistenza’. L’impacciata, e infondata, difesa d’ufficio affidata nei giorni immediatamente successivi allo scoppio del caso da parte dell’assessore Rosanna Scopelliti, era stata immediatamente travolta dalla verità dei fatti: l’assenza di un atto ufficiale e, di conseguenza, l’impossibilità di conoscere la reale cifra spesa dall’Amministrazione con i soldi pubblici”. Un comportamento che l’avvocato Iatì ritiene ancor più inaccettabile, in virtù della singolare circostanza che “stamane i componenti di maggioranza in Commissione, ad eccezione di Angela Martino, Nino Zimbalatti e Giovanni Latella, si sono presto dileguati abbandonando i lavori. Una condotta istituzionale deplorevole che tradisce quella trasparenza e quella partecipazione democratica buone solo a riempire la bocca di Falcomatà e compagni con una retorica vuota di verità, ma stracolma di inattendibile doppiezza”.

    Filomena Iatì consigliere comunale Per Reggio Città Metropolitana e Socio Fondatore Movimento IMPEGNO E IDENTITÀ