• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Confartigianato: “Il governo continua con i ritardi scandalosi della cassa integrazione”

    Confartigianato: “Il governo continua con i ritardi scandalosi della cassa integrazione”

    Stiamo assistendo ad una commedia assurda sulla cassa integrazione dei dipendenti dell’artigianato.

    Dopo il trasferimento della prima tranche di 258 milioni  che il fondo per la bilateralità dell’artigianato , ha immediatamente erogato ai lavoratori, si attende da 45 giorni che i ministeri del lavoro e delle finanze , trasferiscano nelle casse FSBA i restanti 500 milioni previsti dal DL rilancio per la cassa integrazioni. FSBA ha da tempo completato l’istruttoria delle pratiche , attende le risorse statali per completare i pagamenti. Non si comprende dove sia l’intoppo che impedisce il trasferimento dei fondi con risorse già stanziate. Il comportamento del governo è inaccettabile e vergognoso. Gli artigiani in grande sofferenza economica non sono in condizioni di farsi carico direttamente delle legittime spettanze dei lavoratori del comparto. Questo avviene mentre Banca Italia ci dice che ci sono fasce di lavoratori e anche di imprese che hanno autonomia economica di poche settimane senza entrate correnti. Il disagio complessivo è accentuato nelle nostre realtà. Le Istituzioni probabilmente non riescono a capire la drammatica realtà che si vive quotidianamente e la tragedia economica che matura in una prospettiva non troppo lontana. Sempre più avremo una fasce di garantiti che vive nei palazzi della pubblica amministrazione e una fascia di senza diritti e senza prospettive che ha sorretto in questi anni il paese , sulle proprie spalle e che oggi è abbandonata . L’ Italia senza quelle spalle sprofonderà e niente e nessuno sarà più garantito.  I tempi sono stretti , speriamo che ci sia un minimo di classe dirigente capace di evitare il baratro.

    CONFARTIGIANATO RC