• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / “Poesia ai giorni nostri”

    “Poesia ai giorni nostri”

    Riceviamo e pubblichiamo

    Scorrono gli anni e le varie epoche segnano il passo a quegli spiriti liberi ed incompresi, quelle voci che nelle
    varie epoche con i loro scritti, i loro versi hanno reso pubblico un sentire a volte inadeguato al tempo
    vissuto ed a volte esaltato dal tempo stesso. Epoche storiche, filosofiche e letterarie che hanno costruito il
    presente il quale oggi piu’ che mai vive e viene sapietamentente tramandato nei vari luoghi come Istituti
    scolastici, Atenei Universitari, cenacoli letterari, gruppi itineranti di artisti che sulla scia di acquisizioni
    passate e di esperienze di vite presenti rendono una continuità culturale di un bagaglio artistico sempre
    piu’ variegato e auspicabilmente libero di espressione. Certamente cambiano i modi di esprimersi,
    cambiano le forme, le emozioni e le sensazioni, ma tutto e’ un brulicare di sentimento di forza espressiva e
    di voglia di scrivere, di dipingere, scolpire, di essere presenti nei vari social e’ la testimonianza di
    perseveranza e voglia di condivisone. L’artista si adegua e plasma le sue opere al ritmo dei tempi,
    arricchisce la sua arte con nuovi contenuti, utilizzando strumenti idonei e consoni con il suo modus vivendi,
    ma il suo vero scopo non e’ solo quello di scrivere o creare per se’ stesso ma spesso vuole comunicare un
    messaggio alla società in cui esso vive ed opera, cio’ a volte puo’ essere note melodiose di una perfetta
    armonia ma spesso urla di silenzio dove l’emarginazione e il degrado sociale incombe sovrano camuffato
    spesso da un mondo reale quasi normale.
    Il tempo ha lasciato traccia di quante voci sommerse hanno cercato di comunicare messaggi, dai manifesti
    Rosacrociani nel XVI secolo fino a quegli scritti insofferenti del contemporaneo Dino Campana, messaggi di
    disagio personale, sociale, animi bisognosi di un cambiamento ma che non sia solo personale ma di una
    intera collettività che viaggia a tempi spediti.
    Da tempo nel tempo molti si avvicinano all’arte poetica scrivendo poesie e spesso adeguandosi a nuove
    forme e contenuti poetici, oggi piu’ che mai il lavoro principale di chi scrive e’ soprattutto l’avere il coraggio
    di incentivare i giovani a riapprezzare la poesia, perche’ tutto puo’ essere poesia, tutto cio’ che esprime
    ogni sentimento e’ poesia, persino una semplice frase scritta su un muro diventa poesia.
    A tal riguardo nel 2013 un gruppo di giovani menti, tra queste Ivan Tresoldi, Mathias Pda, acuni esponenti
    del MEP, dai poeti der Trullo, da Mister Caos fondano un movimento rivoluzionario, un movimento di
    trasmissione poetica originale, contemporanea, un modo per confrontarsi con un mondo giovane e
    presente dal nome Movimento della Poesia di Strada. Da pochissime unità oggi si ritrovano insieme un
    centinaio di artisti a li vello nazionale, ritrovandosi in varie parti d’Italia per poter poeticamente trasmettere
    il loro messaggio, cercando di coinvolgere chi li ascolta e li legge nella maniera piu’ semplice e
    disinteressata, perche’ la poesia nelle sue forme deve diventare un messaggio di partecipazione e
    comunicazione. Ma il desiderio di uno di Essi e’ quello di tradurre le sue poesie in lingue diverse, grazie a
    questo da’ vita alla Poesia Universale, una raccolta poetica incentrata sui valori della fratellanza,
    traducendo ogni verso in una lingua diversa. Un progetto nuovo ed ambizioso ma rivolto ad una accurata
    riflessione ed introspezione da parte delle persone, un progetto capace di creare una tensione tra la parola
    ed il sentimento che permetta una facile traduzione nelle varie lingue. Una poesia scritta ogni verso in una
    lingua diversa che divulgato attraverso i social, possa essere strumento e portatore di un messaggio ricco di
    solidarietà e fratellanza, in maniera tale che i lettori di ogni nazionalità possano intereagire tra loro. Poesia
    Universale in sintonia con Poesia in movimento, un continuo altalenarsi di giovani poeti che dimostrano di
    avere il coraggio di mettersi in gioco in questo mondo, con i loro strumenti e dinamismo, capaci di dar vita
    ad un originale stile poetico che diventi mezzo di comunicazione ed aggregazione a testimonianza del fatto
    che, mentre alcuni di Poeti restano spesso ancorati ad uno stile, i giovani poeti trovano nuovi espedienti
    per far si che la Poesia diventi apprezzata e divulgata tra loro. Meritevoli di tali iniziative, ma soprattutto
    lodevole e’ il loro operato che non e’ mirato ad incensare le loro singole capacità ma quello di far si che una
    semplice frase, un rigo, una rima, un sentimento diventi simbolo di Pace e di sana e genuina comunicazione.

     

    dr. Antonino Santisi