• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / “Povera Calabria in che mani sei finita”

    “Povera Calabria in che mani sei finita”

    Riceviamo e pubblichiamo

    Buongiorno, da cittadina di Reggio Calabria, mi sento come credo tanti dei miei concittadini, umiliata ed offesa dall’arroganza e prepotenza che la Sig.ra che rappresenta purtroppo la nostra regione ha nel gestire le situazioni. Mi riferisco al caso del bollettino del GOM che puntualmente era preciso come un orologio svizzero diramando tutte le sere i dati della giornata relativi all’emergenza COVID -19. D’altronde cosa ti aspetti da una persona che “urla” in tv che la Calabria è chiusa, blindata, quando nei giorni successivi perfino artisti di strada a bordo di una macchina “garage” si permettono il lusso non solo di attraversare tutta la regione ma di sostare a Villa San Giovanni per fare acquisti e poi ripartire sempre indisturbati attraversando lo stretto.  Ringrazio il buon Dio che nella mia città in questo momento il sindaco sta dimostrando di gestire la situazione nel migliore dei modi e colgo occasione per ringraziarlo e complimentarmi. È evidente che l’impeccabile gestione del Sindaco Falcomatà verso i cittadini e la città che rappresenta, suscita intolleranza a coloro che qualcuno giorni addietro aveva definito scopellitiani. La cosa che più mi preoccupa è che la Sig.ra Santelli è solo al secondo mese di mandato.
    Buona fortuna Calabria.

    Francesca