• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / La CNA si adopererà per costituire una task force per vigilare sull’andamento dei finanziamenti

    La CNA si adopererà per costituire una task force per vigilare sull’andamento dei finanziamenti

    Di seguitoil comunicato CNA di Reggio Calabria – Ora tocca alle banche rendere possibili e concrete le misure a favore delle imprese varate dal Governo con l’ultimo Decreto Legge di lunedì sera.

    Il piano di aiuti per dare liquidità alle aziende, in un momento drammatico per l’economia e per le attività di impresa, con particolare riferimento a quelle che operano nel nostro territorio, diventa fondamentale per dare speranza ai nostri imprenditori.

    Il “decreto liquidità” con le importanti risorse che ha messo sul tavolo: la garanzia dello Stato fino a coprire 750 miliardi di finanziamenti, tasso molto vicino allo zero e procedure agevolate delle istruttorie, rappresenta il più grande intervento che mai si è registrato a favore dell’accesso al credito e potrà impedire la chiusura di centinaia di imprese.

    Le Banche ancora una volta hanno un ruolo fondamentale per far ripartire l’economia e dovranno compiere uno sforzo eccezionale per dare risposte alla domanda di credito.

    Preoccupa l’attuale capacità degli Istituti di Credito a far fronte al gran numero di richieste di finanziamento, non meno di diecimila nel nostro territorio metropolitano, stante l’attuale emergenza sanitaria (lavoro da remoto o per appuntamento) e i ridimensionamenti del personale che le banche hanno attuato in questi anni. L’augurio è quello che finalmente, in questo eccezionale periodo, il rapporto banche e imprese diventi utile alla nostra economia. Comportamenti che lasciano indietro le imprese artigiane e inevase le richieste di finanziamento di piccoli importi produrrebbero seri danni alle attività imprenditoriali e finirebbero col sviluppare fenomeni di ricorso al credito illegale. Le associazioni di categoria devono vigilare affinché l’accesso al credito diventi reale anche per le imprese del sud e che i tempi di erogazione siano ragionevoli. La CNA si adopererà per costituire una task force assieme alle altre associazioni delle imprese per vigilare sull’andamento dei finanziamenti.