• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Coronavirus, Minasi (Lega): “Nel Governo confusione regna sovrana”

    Coronavirus, Minasi (Lega): “Nel Governo confusione regna sovrana”

    “Mes? No! Eurobond sicuramente sì. Il Mes è uno strumento assolutamente inadeguato”. Così, cito testualmente, diceva il presidente del Consiglio appena poche ore addietro. Cosa è accaduto? Cosa è cambiato in un così breve arco temporale? Si è trattato di un “compro ‘mes’so” obbligato (da chi e da cosa, retoricamente, ci chiediamo)? O, piuttosto di una “’mes’sinscena” preparatoria e, quindi, di azione subdola giocata sulla pelle degli italiani? Credo che ognuno possa trarre la risposta! Però è innegabile che discussioni e dichiarazioni di queste ultime settimane abbiano prodotto ciò che da ieri leggiamo all’interno delle cronache e delle varie analisi e, soprattutto, mettono in risalto una seria incongruenza tra quanto dichiarato e quanto effettivamente prodotto.

    “La posizione del governo sul Mes non cambia”, ci dice ancora Conte. E la confusione regna sovrana, aggiungerei. Ma adesso? Siamo caduti, trascinati, tutti insieme in una morsa stringente? Come ci libereremo? Con patrimoniali? Con tasse ancora più alte? Tutto questo mentre grandissima parte del paese, tra qualche settimana, non avrà neppure modo di arrivare dignitosamente a fine mese vedendo messi a rischio i propri risparmi dai meccanismi innescati. Però, adesso, sembrerebbe non vi saranno condizioni da rispettare per le spese sanitarie, che, per carità andrebbe pure bene, se non fosse che le stesse misure sarebbero state auspicabili per riuscire ad arginare una profondissima crisi del nostro contesto socio- economico.  Meritano gli italiani una simile umiliazione? Un trattamento che sembrerebbe accantonare quanto, come gli altri Stati certo, sino ad oggi è stato versato dal nostro paese, che, nonostante tutto, deve sentirsi additare in maniera inammissibile dalla stampa tedesca che decreta, tramite il quotidiano ‘Die Welt’,  che ‘In Italia la mafia non aspetta altro che una nuova pioggia di denaro da Bruxelles’. E’ indecoroso e, anche per questo, l’Italia e gli italiani non lo meritano, e non lo merita, a maggior ragione, il futuro prossimo dei nostri giovani.

    Tilde Minasi