• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / “Caro Presidente ti scrivo…”

    “Caro Presidente ti scrivo…”

    Riceviamo e pubblichiamo

    Premetto che non ho nulla da rimproverare sin qui nella gestione regionale dell’emergenza sanitaria, considerate comunque le oggettive difficoltà a cui tutto il territorio nazionale e sovranazionale sono stati esposti. Tuttavia, ritengo sia impensabile l’assenza di una programmazione sul rientro a casa di tanti miei coetanei che si trovano al nord per studio o lavoro.
    È giusto, ripeto, adottare le misure necessarie a contenere nuove ondate di contagio, ma è anche altrettanto giusto far ricongiungere le famiglie calabresi in questo triste momento. Non è possibile darla vinta a quelli rientrati incoscientemente ad inizio marzo mettendo a rischio un’intera Regione mentre chi rispetta le regole rischia di rimanere beffato.
    Far passare questo messaggio risulterebbe del tutto deleterio per il futuro qualora dovessero malauguratamente arrivare altre emergenze. I calabresi nella quasi totalità hanno dimostrato di avere un alto senso di responsabilità, di saper rispettare le direttive e combattere verso un’unica direzione. È quindi giusto dare inizio ad un rientro organizzato e controllato, possibilmente dando a tutti i comuni i mezzi necessari a tale controllo. È chiaro che le persone potranno mettersi in viaggio solo dopo i vari accertamenti clinici e che dopo l’arrivo in calabria venga rispettato un periodo di quarantena obbligatoria.

    Chiedo però alla governatrice On. Santelli di rivedere quelle che sono le attuali linee guida sui rientri e di dare ancora una volta un’impronta di Buona gestione in questa emergenza. Il mio appello non vuole essere una polemica ma una richiesta di un messaggio politico forte e chiaro ai propri conterranei: la Calabria c’è ed è terra di accoglienza dei propri figli, soprattutto nei momenti di difficoltà!

    Ferragina Giuseppe
    Esponente Provinciale Forza Italia Giovani