• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / “La politica deve immunizzare”

    “La politica deve immunizzare”

    di Gianfranco Cordì – Mi rifaccio al filosofo napoletano Roberto Esposito. Questi, nel corso degli anni, ha composto una trilogia di opere: «Communitas», «Immunitas» e «Bios». In questa trilogia viene tracciato il seguente schema: il singolo individuo (Marco) e l’altro singolo individuo (Piero) si mettono insieme e formano una communitas. Ciò che li lega, ciò che li trattiene, ciò che li avvolge è un «dovere». Io do qualcosa a te e tu dai qualcosa a me. Questo dovere è il munus della communitas. Mettendosi assieme Giovanni e Piero formano una communitas. Ma c’è un elemento di rischio. Piero può essere infetto. Si scatena nella communitas un virus infettivo, chiamiamolo Coronavirus. Ecco che allora la politica (lo Stato) interviene e sgancia un meccanismo (un apparato direbbe Ferraris, un dispositivo direbbe Agamben) immunitario. La politica immunizza Piero. E così da questa immunizzazione può transitare nella communitas la bios, cioè la vita. Chiaramente Piero dopo il meccanismo di immunizzazione sarà reso partecipe di un dovere che dovrò condividere con Giovanni. E’ quello che sta succedendo in questi giorni, in queste ore nella nostra Penisola. La politica, a fronte di un rischio, è intervenuta sganciando i suoi meccanismo di immunizzazione. Per cui la politica ripristina quel dovere che si era interrotto (fra Giovanni e Piero), quel munus, il quale fa si che ritorni la comunità, la communitas che era stata infranta e dissolta da quel pericolo. Non ci resta dunque che attendere risposte dalla politica (non solo nazionale ma anche internazionale) che ci deve, a dovere, immunizzare dal rischio del Coronavirus. Non serve cercare risposte individuali e collettive. Serve attenersi al dispositivo immunitario che la politica, quando ancora sa fare la politica, riesce a provvedere e prevedere per i suoi cittadini. E non serve nemmeno atteggiarsi o presentarsi come salvatori della Patria o personaggi eminenti: la poltica deve immunizzare – è suo compito –; è la politica sempre e sempre sarà l’attività dell’uomo che decide. Anche di fronte a un rischio sanitario.