• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Coronavirus, Cuzzupi (Ugl) chiede interventi al Governo sull’emergenza in Calabria

    Coronavirus, Cuzzupi (Ugl) chiede interventi al Governo sull’emergenza in Calabria

    “Oggi, alla luce della pandemia che sta diffondendosi in Italia ,ci ritroviamo a fare i conti con le conseguenze di azioni scellerate perpetrate dai nostri “governanti” , nel corso di decenni di “incapace “gestione della Sanità pubblica calabrese.

    Dopo un lungo commissariamento della Sanità regionale , che ,di fatto aveva prodotto enormi danni , soltanto un anno addietro ,il Governo Conte , con un Consiglio dei Ministri svoltosi a Reggio Calabria, aveva emanato un Decreto Straordinario per la Regione Calabria, volto a risolvere i “guai” del comparto Sanità. I risultati odierni , sono visibili agli occhi di ciascuno di noi e rappresentano la disfatta ,in termini di efficienza sanitaria regionale, dell’azione governativa a firma Conte/Grillo, viste le ultime dichiarazioni della Presidente Santelli a riguardo: « N.100 posti in terapia intensiva in tutta la Calabria , e richiesta dell’intervento dell’esercito nazionale » .

    La Calabria è chiamata ad affrontare una probabile epidemia , priva degli strumenti utili e necessari per fronteggiarla, vuoi per la chiusura degli Ospedali in tutte le province della Regione, vuoi per la mancanza di posti letto nelle terapie intensive, vuoi per la carenza di personale medico ed infermieristico,dovute a tagli e mancanza di assunzioni . Nel frattempo,la Sanità privata l’ha fatta da padrona ,in Calabria,con l’avallo della politica ( con la p minuscola) locale,in totale spregio di ogni logica etica e sociale e senza alcun intervento da parte del Governo centrale, da sempre tardivo e non incisivo , nei confronti del popolo calabrese. Si volti pagina , una volta per tutte, e si faccia in modo che la Politica Regionale ( ci auguriamo sia quella con la P maiuscola) , scenda in campo, consapevole d’avere una grande responsabilità nei confronti dei cittadini calabresi, che li hanno eletti nella tornata elettorale del 26 gennaio ,con l’auspicio che possano rialzare le sorti di una Terra fiera ed orgogliosa della propria appartenenza”. Lo afferma in una nota Ornella Cuzzupi dell’Ugl.