• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / A Vibo Valentia Claudio Cordova presenta “Gotha”

    A Vibo Valentia Claudio Cordova presenta “Gotha”

    Fa tappa a Vibo Valentia per un incontro con le scuole superiori della città il tour che racconta l’ultima fatica di Claudio Cordova, il giornalista e scrittore reggino, direttore del Dispaccio, l’agenzia giornalistica regionale on line, già in giro per l’Italia a presentare “Gotha”, 379 pagine di storia sulla ‘ndrangheta ed i suoi legami con la massoneria, la politica ed il mondo eversivo, edito dalla Paper First, e che ha scatenato una non certo sorprendente curiosità, e non soltanto tra gli addetti ai lavori, visto che l’autore si è trovato, improvvisamente, di fronte ad una valanga di richieste provenienti da ogni parte del Paese.

    Per lunedì 25 novembre, alle ore 10, all’Auditorium del Santo Spirito di via Francesco Fiorentino, il Rotary Club Hipponion, presieduto da Mario Di Fede, ha invitato un gruppo di delegazioni studentesche ad ascoltare e discutere su questa inedita esperienza che Claudio Cordova sta portando all’attenzione non soltanto dell’informazione ma di tutta la realtà sociale ed emergente.

    Probabilmente l’intenso contenuto di “Gotha” che parla di un indicibile legame tra ‘ndrangheta, massoneria e servizi deviati,  supportato dalla autorevole e prestigiosa prefazione di Federico Cafiero De Raho, Procuratore nazionale antimafia, ha fatto si che l’opera si inserisse di prepotenza sullo scenario del dibattito che è tra i più affascinanti dell’attuale momento storico.

    L’ex Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria non si è fatto pregare due volte a “spiegare” quanto risulti interessante lo studio del fenomeno svolto da un giornalista di forte tempra coraggiosa  come Claudio Cordova che mette in luce quanto accaduto dagli anni ’60 ad oggi e che vede, tra l’altro, la ‘ndrangheta calabrese associarsi con gli altri sistemi mafiosi per tentare di mettere in ginocchio la libera democrazia in Italia.

    Chi ha letto “Gotha” non può non condividere il giudizio volto a significare che quasi certamente ci troviamo di fronte alla fine di un percorso ma anche all’inizio di un progetto di comunicazione e di diffusione e conoscenza dei fatti di ‘ndrangheta.

    Ecco perché, diffusa l’idea del Rotary Hipponion e preso atto della forte sensibilità dei dirigenti scolastici, è cresciuta sensibilmente l’attesa per quella che sarà anche una interazione tra autore e studenti.

    L’appello lanciato dal Rotary Hipponion alla scuola vibonese è di quelli che non lasciano spazio ad incertezze di sorta. “La scuola vibonese, grazie alla straordinaria capacità organizzativa e didattico culturale rivolta ad elevare sempre di più la formazione degli studenti – ha affermato, tra l’altro Mario Di Fede – è tra quelle che sono dotate di un notevole quoziente competitivo. L’incontro con il giornalista Claudio Cordova, su un tema di così allarmante attualità, non poteva non trovare adeguata adesione.”

    Con le scuole invitate anche le autorità istituzionali, politiche, culturali e delle associazioni. Modera Giuseppe Sarlo.

    Ospiti Pippo Callipo, presidente dell’omonimo gruppo, che è tra i firmatari di un bel pezzo di storia di Vibo Valentia e dintorni e Domenico Sorace, eletto, recentemente, Presidente dell’Ordine degli avvocati, autorevole esponente del mondo della cultura calabrese.