• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Regionali: Nisticò, Occhiuto resta il candidato migliore

    Regionali: Nisticò, Occhiuto resta il candidato migliore

    “In un momento così delicato per il futuro della Calabria, che precede le prossime elezioni regionali, mentre io continuo a invitare all’unità tutti i partiti del centrodestra, peruna vittoria sicura, alle prossime elezioni con Mario Occhiuto presidente,  leggo, con un certo disgusto, notizie artatamente inviate ai quotidiani della Calabria da persone in mala fede, che rappresentano le forze disgregatrici e propongono alla presidenza nuovi candidati di Forza Italia. Sono sempre le solite forze negative che, a mio avviso, dovrebbero essere combattute ed eliminate se si vogliono superare alcuni limiti della nostra terra e cioè l’invidia, la gelosia ela corruzione”. Lo dichiara l’ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Nisticò, promotore della Lista “Prof. Giuseppe Nisticò-Udc” che parteciperà alle prossime elezioni regionali  nella coalizionedi centrodestra. “E’ l’ora finalmente – aggiunge che la maggioranza silenziosa dei calabresi, cioè di coloro che di solito non vanno neanche a votare, prendano coscienza che il loro destino è nelle loro mani e nel loro voto. Sono sicuro che sapranno scegliere con obiettività sulla base dei curricula il presidente migliore, capace di realizzare tutte quelle cose indispensabili di cui la Calabria ha ancora bisogno. Mario Occhiuto rimane ancora oggi- dice l’ex presidente –  il candidato più qualificato fra quelli di Forza Italia e io intendo andare avanticon lui per realizzare il progetto che ho definito “Calabria Silicon Valley e che lui ha sposato con piena convinzione. Soltanto così  – conclude – potremo operare insieme una vera e propria rivoluzione politica e culturale, che prevede l’inserimento a livello regionale di uomini nuovi, di elevato prestigio, provenienti dal mondo delle professioni e capaci di rispondere ai bisogni della gente ed evitare la fuga dei nostri giovani verso altre regioni o all’estero”.

     

    Prof. Giuseppe Nisticò