• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – A Palazzo Campanella il progetto “Scatti di Valore”

    Reggio Calabria – A Palazzo Campanella il progetto “Scatti di Valore”

    Martedì 14 maggio a Palazzo Campanella l’evento conclusivo del progetto “Scatti di Valore” e la premiazione dell’omonimo concorso fotografico, entrambi promossi dal CSV dei Due Mari.

     

    Si terrà il prossimo martedì 14 maggio a Reggio Calabria, presso l’Auditorium “N. Calipari” del Palazzo del Consiglio Regionale, l’evento conclusivo di Scatti di Valore, un’iniziativa ideata dal CSV dei Due Mari di Reggio Calabria ed attuata con l’adesione e partecipazione di diverse scuole secondarie di secondo grado e di tante realtà del terzo settore attive nel territorio provinciale.

    L’attività, finalizzata a promuovere i valori del volontariato e l’impegno civico dei giovani, si è svolta attraverso l’utilizzo di modalità attive ed esperienziali e si è articolata nel corso dell’anno scolastico in più fasi, tra cui l’attivazione di brevi percorsi di volontariato che hanno coinvolto oltre 100 studenti.

    Alla manifestazione del 14 maggio, che per il terzo anno è realizzata con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria – spiega Giuseppe Bognoni, Presidente del CSV – saranno presenti gli alunni, i docenti e i dirigenti delle Scuole aderenti al progetto, i rappresentanti e i volontari delle Associazioni di Volontariato, i responsabili del CSV dei Due Mari e le tante persone che in questi mesi hanno contribuito a dare vita a Scatti di Valore.

    L’evento, che avrà inizio alle 10:00 per concludersi entro le 13:00, è concepito come un raduno e una festa in cui protagonisti saranno i giovani.

    Saranno qualche centinaio, infatti, i ragazzi presenti, cosicché l’Auditorium Calipari diverrà un luogo di incontro per stare insieme in leggerezza e semplicità, per condividere emozioni e vissuti, per condividere le esperienze di servizio disseminate sul territorio in questa ottava edizione di Scatti di Valore e per evidenziarne le tracce più significative. Nel corso della mattinata – dopo i saluti istituzionali e un incipit affidato a Romina Arena, insegnante di scrittura creativa e di lettura consapevole e volontaria presso la Casa Circondariale di Arghillà – sarà dato ampio spazio alle riflessioni e alle testimonianze degli studenti che si sono impegnati come volontari.

    Infine saranno premiati i vincitori del concorso di fotografia collegato al progetto prescelti tra 90 scatti pervenuti da tutta la Provincia.