• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggina – Nuovo Granillo, Falcomatà: ‘Tecnici del Credito Sportivo stupiti, concessione per 99 anni’

    Reggina – Nuovo Granillo, Falcomatà: ‘Tecnici del Credito Sportivo stupiti, concessione per 99 anni’

    “Abbiamo fatto un giro di perlustrazione e i progettisti del Credito Sportivo hanno verificato lo stato dell’impianto. Sono rimasti stupiti di come è stato concepito alla fine degli anni ’90. Vedremo il deposito delle Ferrovie, area acquisita dal Comune e che noi vogliamo sia una pertinenza dello stadio per le esigenze del piano parcheggi, previste per un impianto sportivo. Le indicazioni che noi daremo è quella di riqualificare il Granillo per far si che sia utilizzabile sette giorni su sette e per tutto l’anno”.Lo ha detto il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà subito dopo l’uscita dal vertice avuto all’interno del Granillo con la Reggina ed il Credito Sportivo. L’ente si occuperà di assistere ovviamente Luca Gallo, grande mattatore della vicenda che si esporrà come proprietario della Reggina per la ristrutturazione della storica arena calcistica d viale Galileo Galilei.Lo stupore, naturalmente, riguarda il fatto che l’impianto di Viale Galileo Galilei è di fatto lo scheletro di uno stadio bello e moderno. Tribune vicino al campo, tanto spazio nella pancia dei settori da poter riutilizzare e adesso anche la possibilità di creare un grande parcheggio nell’area del deposito delle Ferrovie.E di colpo l’essere in centro città da handicap si trasforma in risorsa.Ci si chiede quali siano le attese per arrivare a immaginare il giorno in cui la prima pietra per la ristrutturazione sarà messa:”La tempistica potremo valutarla alla fine della giornata. Faremo un cronoprogramma dopo aver visto il Sant’Agata e capito i tempi del Credito Sportivo. L’incontro è servito per farsi un’idea della concezione che si vuole dare al nuovo stadio. Era importante vederlo dal vivo. Il commento che è stato fatto è che l’impianto gode di ottima salute che, rispetto ad altri in Italia, saranno già oggetto di interventi”.Il Comune, grazie alla disponibilità di Luca Gallo, delegherà praticamente tutto alla Reggina:”Si sta ragionando su una concessione per novantanove anni, come avvenuto in altre città come a Torino con lo Juventus Stadium. Quella che sarà la concezione del nuovo stadio andrà inserito all’interno del Psc che contiamo di approvare entro l’estate’.Il primo cittadino reggino ha sottolineato come vada ringraziato un imprenditore che, a pochi mesi dall’insediamento, non avrebbe avuto certo l’obbligo di impegnarsi in maniera così importante per la città.