• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Polistena (RC), cresce l’attesa per il concerto del pianista Alexander Kobrin

    Polistena (RC), cresce l’attesa per il concerto del pianista Alexander Kobrin

    Domenica 3 marzo alle h 21,00 avrà luogo presso il salone delle feste del Comune di Polistena l’atteso recital del grande pianista Alexander Kobrin.
    La manifestazione, organizzata dagli Amici della Musica di Palmi aderenti a AMA Calabria è sostenuta dal MiBAC Direzione Generale dello Spettacolo e dalla Regione Calabria Assessorato alla Cultura.
    Definito dalla BBC il “Van Cliburn dei nostri tempi”, il pianista Alexander Kobrin si colloca fra gli interpreti di primissimo piano oggi nel mondo.
    Nel 2005 Alexander Kobrin vinse il primo premio al Concorso Van Cliburn, dopo aver ottenuto lo stesso riconoscimento ai Concorsi Busoni di Bolzano, a Glasgow e all’Hamamatsu. Da allora l’artista è ospite della New York Philarmonic, della Tokyo Philarmonic, della Russian National Orchestra, della Berliner Symphony, della Birmingham Symphony, della BBC Symphony, collaborando con direttori quali Michail Pletnev, Vassily Petrenko, Yuri Bashmet, Mark Elder, Mikhail Jurowsky, Alexander Lazarev. L’interprete ha tenuto recital all’Auditorium del Louvre a Parigi, alla Salle Gaveau, alla Wigmore Hall, alla Philarmonia di Berlino, all’Herkulesaal di Monaco, alla Sala Grande del Conservatorio di Milano, all’Avery Fischer Hall di New York.
    E’stato ospite di prestigiosi Festival in Europa e in America- La Roque d’Antheron, il Busoni Festival, il Festival della Ruhr, il Ravinia – ed ha effettuato numerose tournée in Cina, Giappone e Taiwan. Affianca all’attività d’interprete quella didattica all’Accademia Gnessin di Mosca, alla Columbus State University negli USA e alla Steinhardt School dell’Università di New York. Kobrin è stato invitato anche come membro di giuria nei Concorsi Busoni di Bolzano, al Prix Animato a Parigi, al Neuhaus International Piano Festival di Mosca. Il pianista ha inciso vari Cd per le etichette Harmonia Mundi, Quartz e Centaur.
    Di assoluto interesse il programma che prevede da parte del grande interprete l’esecuzion della Sonata per pianoforte n. 7 in Re maggiore, op. 10 n. 3 di Ludwig van Beethoven, delle Waldszenen (Scene della foresta), op. 82 di Robert Schumann e della Sonata n. 3 in Fa minore per pianoforte, op. 5 di Johannes Brahms.