• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Catanzaro – Ricco calendario per il Carnevale

    Catanzaro – Ricco calendario per il Carnevale

    Un ricco calendario di iniziative patrocinato dall’amministrazione comunale in occasione dei festeggiamenti di Carnevale.

    La giunta ha dato il via libera alla proposta illustrata dall’assessore al Turismo e spettacolo Alessandra Lobello e che riguarda il programma di eventi previsto per il fine settimana. Si comincia sabato 2 marzo, dalle ore 15, in Piazza Prefettura con il momento a cura dell’associazione commercianti Catanzaro Centro Tre V: la sfilata dei bambini dedicata alla mascherina più bella, l’animazione con mascotte e artisti di strada e le premiazioni ai partecipanti.

    Domenica 3 marzo, alle 9.30, torna il Carnevale#DaMargherita in Villa Margherita, evento che mira a far riscoprire il polmone verde del centro storico: la mattinata sarà arricchita dall’allestimento dell’area trucco bimbi, animazioni di strada e teatro e intrattenimento musicale. Inoltre, la Biblioteca comunale “De Nobili” resterà aperta per l’occasione con la possibilità di visitare una speciale mostra dei libri. Festa per tutta la giornata di domenica anche Lido con “Carnevale d’aMare”, a cura dell’associazione Vivere Catanzaro, che prevede animazioni per bambini, musica, cabaret, danza e momenti ludico-sportivi.
    “L’amministrazione Abramo ha voluto riconfermare – ha detto Alessandra Lobello – il proprio sostegno al fianco delle associazioni che, con impegno e passione, hanno inteso organizzare in occasione del Carnevale diversi momenti all’insegna dell’allegria, dell’aggregazione e del divertimento. Una tradizione legata alle radici identitarie della nostra comunità che è importante far rivivere e che può rappresentare anche una occasione di promozione turistica come avviene in altre città. L’invito a tutti i catanzaresi è quello di partecipare alla due giorni di eventi, nel centro storico e nel quartiere Lido, che offriranno l’opportunità di stare insieme, tra grandi e piccini, e anche di rivitalizzare il tessuto sociale e produttivo del territorio”.