• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Siderno (RC), presentazione del libro “So che un giorno tornerai” di Luca Bianchini

    Siderno (RC), presentazione del libro “So che un giorno tornerai” di Luca Bianchini

    Domenica 13 gennaio, lo scrittore Luca Bianchini presenterà al Mondadori Bookstore di Siderno (RC) il suo libro “So che un giorno tornerai”. Dialogherà con l’autore Maria Teresa D’Agostino, mentre Rossella Scherl leggerà brani tratti dal romanzo.”Con ironia e un pizzico di nostalgia, Luca Bianchini – si legge nella nota di presentazione – ci prende per mano e ci porta a conoscere i sentimenti più nascosti in ognuno di noi, per scoprire che non hanno confini, ‘da Trieste in giù’. Alla fine, ognuno di noi s’innamora di chi ci guarda per un attimo e poi ci sfugge per sempre. ‘Alla fine, ognuno di noi s’innamora di chi ci guarda per un attimo e poi ci sfugge per sempre’. Angela non ha ancora vent’anni quando diventa madre, una mattina a Trieste alla fine degli anni Sessanta. Pasquale, il suo grande amore, è un ‘jeansinaro’ calabrese, un mercante di jeans, affascinante e già sposato. Lui le ha fatto una promessa: “Se sarà maschio, lo riconoscerò”. Angela fa tutti gli scongiuri del caso ma nasce una femmina: Emma. Pasquale fugge immediatamente dalle sue responsabilità, lasciando Angela crescere la bambina da sola insieme alla sua famiglia numerosa e sgangherata. I Pipan sono capitanati da un nonno che rimpiange il dominio austriaco, una nonna che prepara le zuppe e quattro zii: uno serio, un playboy e due gemelli diversi che si alternano a fare da baby sitter a Emma. Lei sarà la figlia di tutti e di nessuno e crescerà così, libera e anticonformista, come la Trieste in cui vive, in quella terra di confine tra cielo e mare, Italia e Jugoslavia. Fino al giorno in cui deciderà di mettersi sulle tracce di suo padre, e per lui questa sarà l’occasione per rivedere Angela, che non ha mai dimenticato. So che un giorno tornerai è un romanzo sulla ricerca delle nostre origini, la scoperta di chi siamo e la magia degli amori che sanno aspettare”.