• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – Pizzimenti e Dattola dalla parte dei lavoratori AVR

    Reggio Calabria – Pizzimenti e Dattola dalla parte dei lavoratori AVR

    “L’indiscrezione secondo cui la società AVR, che si occupa del servizio di igiene urbana nella città di Reggio Calabria, avrebbe deciso di denunciare i lavoratori che hanno scioperato a difesa del loro diritto alla retribuzione non può che destare forte preoccupazione.Se fosse confermata tale notizia, saremmo di fronte ad un fatto tanto grave quanto ingiustificato”.

     

    Lo affermano in una nota congiunta i consiglieri comunali di FdI Antonio Pizzimenti e Luigi Dattola.

    “I lavoratori dell’azienda, addetti alla raccolta porta a porta dei rifiuti, hanno incrociato le braccia e deciso di scioperare per protestare in merito al ritardato pagamento degli stipendi. Una decisione più che legittima tenuto conto che molti di loro hanno manifestato serie preoccupazioni determinate dal disagio economico in cui si trovano a seguito della mancata corresponsione degli stipendi dovuti. Lo sciopero, si rammenta, è un diritto costituzionalmente tutelato a vantaggio dei prestatori di lavoro, storicamente, parte debole nel confronto con i datori di lavoro. Gli insopportabili ritardi hanno determinato una situazione allarmante, rispetto alla quale urge intervenire adottando ogni utile iniziativa atta a sbloccare le corresponsioni dovute. I lavoratori sono stufi e non accetteranno ulteriori ritardi nei prossimi pagamenti”.

    “Alla luce di quanto esposto – concludono – non possiamo che sollecitare sia l’AVR che l’amministrazione comunale a riunirsi ad un tavolo per risolvere con urgenza questa grave controversia che con il passare del tempo si appesantisce sempre di più, oltre a creare un disagio ambientale a causa dei rifiuti non raccolti, sta danneggiando numerose famiglie, tenuto conto delle difficoltà economiche in cui si trovano i lavoratori, i quali sono impossibilitati a provvedere al sostentamento di primari bisogni familiari ed all’adempimento di altri obblighi fiscali, pagamento tasse e mutui”.