• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Cosenza: il 29 gennaio Giornata di riflessione al teatro “Morelli”

    Cosenza: il 29 gennaio Giornata di riflessione al teatro “Morelli”

    Da dove arrivano i cedri? La memoria sta anche in questo: da chi, cosa, da quale vento arriva la ricchezza di una terra e della sua gente?

    La memoria è ogni giorno, in ciò che siamo diventati anche grazie all’altro, agli altri.

    “A SCUOLA DI MEMORIA” è il titolo della giornata di riflessione, ricca di testimonianze e conversazioni per diffondere la conoscenza della Shoah, in programma martedì 29 gennaio, alle ore 10,00, al Teatro “Morelli” di Cosenza. E’ un’iniziativa della scuola media “Zumbini”, sostenuta dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, in collaborazione con Comune di Cosenza, Comune di Tarsia e con il patrocinio della Camera dei Deputati, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e di Napoli Ebraica.

    A raccontarsi e a raccontare saranno una testimone della Shoah, Yolanda Bentham e Clelia Piperno del Progetto Talmud dell’Università degli studi di Teramo.

    Il programma dell’iniziativa prevede i saluti istituzionali del Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, del Vicesindaco ed Assessore alla Cultura, On.Jole Santelli, dell’Assessore alla scuola Matilde Spadafora Lanzino, del Sindaco di Tarsia Roberto Ameruso e della Dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Zumbini 1” Marietta Iusi. Nel corso della mattinata, prevista la proiezione del cortometraggio, girato a Ferramonti di Tarsia “Il sesto senso della memoria”, realizzato, per la regia di Fabrizio Nucci e Nicola Rovito, dall’Istituto comprensivo di Torano Castello-Lattarico e vincitore del primo premio “Ferramonti 2015” e candidato al David di Donatello nello stesso anno. A seguire, la conversazione con Yolanda Bentham. Previsti, inoltre, gli interventi di Franco Galiano, Presidente dell’Accademia Internazionale del Cedro di Santa Maria del Cedro, di Roque Pugliese, referente per la Calabria dell’Unione delle comunità Ebraiche Italiane, di Paolo Paticchio, Presidente dell’Associazione “Treno della memoria” e di Alessandra Carelli della Rete Universitaria Giorno della Memoria dell’Università della Calabria. Le conclusioni sono affidate a Clelia Piperno del Progetto Talmud dell’Università di Teramo. A moderare sarà Alba Battista, docente referente del progetto per l’Istituto comprensivo “Zumbini”. Nel corso della manifestazione l’accompagnamento musicale sarà assicurato dall’Orchestra dell’Istituto comprensivo “Zumbini” diretta dal maestro Paolo Fiorillo. Saranno, inoltre, donate alcune piante di cedro cui gli studenti presenti all’iniziativa affideranno i “biglietti della memoria”. I cedri verranno poi piantati in luoghi simbolo della città di Cosenza.